Fujifilm X-Pro3 Recensione

Prime impressioni

Fujifilm X-Pro3 è una fotocamera rinfrescante senza compromessi che conosce il suo pubblico. I fan del telemetro e i nostalgici del cinema troveranno molto da amare qui, tra cui un mirino ibrido ancora migliore e alcuni tocchi retrò divertenti come i contenitori di film virtuali sul suo LCD secondario. Ma certamente non è per tutti, e nel rendere il LCD posteriore un’ultima risorsa piuttosto che un normale ausilio per le riprese, la Fujifilm X-Pro3 rischia di diventare più una curiosità di nicchia che un revivalista retrò. Tuttavia, devi applaudire all’impegno di Fujifilm di offrire una vera alternativa alle riprese più tradizionali offerte dalle sue fotocamere X-T3 e X-T30. Con la stessa combinazione di sensore e processore di quelle fotocamere, si preannuncia un ottimo compagno di fotografia di strada – purché tu sia pronto ad abbracciare le sue eccentricità.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Cos’è la Fujifilm X-Pro3?

Quando abbiamo recensito la Fujifilm X-Pro2 nel 2016, l’abbiamo definita una “fotocamera davvero speciale”. Perché è stato speciale? Grazie al suo elegante mirino ibrido e al design retrò, ha reinventato i telemetri della vecchia scuola per il mondo digitale.

Tre anni dopo il suo successore, la Fujifilm X-Pro3, continua a trasportare la torcia mirrorless per nostalgici del cinema e fotografi di strada. Solo che questa volta ha raddoppiato le sue eccentricità per creare un’esperienza di tiro unica che amerai o troverai sconcertante e contorta.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm X-Pro3

La Fujifilm X-Pro3 non è certamente per tutti. Insieme a quel mirino ibrido, che consente di scegliere tra un EVF (mirino elettronico) o ibrido OVF (mirino ottico), ha un nuovo “LCD nascosto”. Questo si piega verso l’interno della fotocamera per evitare di distrarti dall’intero punto della Fujifilm X-Pro3, componendo scatti attraverso il mirino, proprio come faresti con una videocamera.

Questa è probabilmente la caratteristica della fotocamera più divisiva poiché la Leica M-D (tipo 262) è arrivata senza alcun retrovisore. La Fujifilm X-Pro3 porta le cose troppo lontano nella ricerca della fotografia “pura”? O è l’affascinante eccentrico di cui il mondo delle fotocamere ha bisogno per attirare la gente lontano dagli smartphone? Ho giocato con uno per un paio d’ore per scoprirlo.

Design Fujifilm X-Pro3 – Una nuova finitura in titanio promette di preservare l’aspetto retrò di Fujifilm X-Pro3

Potrebbe sembrare simile al suo predecessore, ma Fujifilm X-Pro3 apporta tre grandi cambiamenti al suo design. Si tratta di un nuovo rivestimento in titanio (sulle versioni Dura Black e Dura Silver), un mirino ibrido aggiornato e quel display LCD “nascosto”.

Primo a quelle versioni di titanio. I pannelli superiore e inferiore delle versioni Dura Black e Dura Silver sono realizzati in titanio, che è più duro e più resistente ai graffi dell’acciaio inossidabile.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm X-Pro3

Questo rivestimento “Duratect” è stato apparentemente sviluppato per gli orologi premium e, dato che richiede alcune rifiniture a mano, aggiunge un extra di £ 180 al prezzo standard della versione nera.

Ho girato con la versione Dura Silver, che era piacevolmente liscia nella mano e mi è piaciuta l’idea che il pannello superiore rimanesse intatto, nonostante alcuni inevitabili colpi e colpi. Secondo me, vale il premio.

Mirino e LCD Fujifilm X-Pro3 – Lo schermo LCD “nascosto” ti spinge verso lo scatto con solo mirino

Tuttavia, il punto centrale di Fujifilm X-Pro3, rispetto ai soli X-T3 e X-T30 solo EVF, è il suo mirino ibrido – e questo ha ricevuto un aggiornamento significativo.

Come in precedenza, è possibile spostarsi tra l’EVF (mirino elettronico) e l’OVF (mirino ottico) utilizzando un interruttore sulla parte anteriore. Perché dovresti farlo? Perché OVF ti offre una visione dell’intera scena attorno al fotogramma reale che stai riprendendo. Può semplificare la composizione in scene di strada affollate, ad esempio, dove è necessario anticipare l’azione.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm X-Pro3

Questo OVF è ora più chiaro e subisce meno distorsioni rispetto a X-Pro2, con le solite cornici elettroniche per mostrarti lo scatto che stai scattando. Ma è l’EVF che ha davvero ricevuto un aggiornamento significativo, con un nuovo pannello OLED da 3,69 mdot che è significativamente più luminoso e fluido dell’equivalente dell’X-Pro2.

Infine, che dire di quel LCD “nascosto”? È certamente divisivo e, sebbene i compromessi siano probabilmente troppo grandi per il mio modo preferito di sparare, devo applaudire Fujifilm per aver attaccato alle sue pistole e fare qualcosa di unico e annuire alla sua eredità. Molte fotocamere hanno la sensazione di essere state progettate dal comitato, ma non è possibile livellare questa critica qui.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm X-Pro3

Quando lo schermo è piegato (o nascosto), si ottiene un piccolo secondo

y LCD sul retro. Questo può mostrare la modalità di simulazione del film in cui ti trovi (che sembra ordinatamente una scatola metallica retrò) o le tue impostazioni di ripresa di base, come la velocità dell’otturatore e l’apertura. Non è lo schermo più luminoso del mondo, ma può essere utile per un rapido controllo delle tue impostazioni.

Se devi davvero controllare lo schermo per vedere se sei riuscito a inchiodare la messa a fuoco – e questa era un’abitudine che ho avuto difficoltà a frenare nel mio breve tempo con la Fujifilm X-Pro3 – quindi puoi abbassare lo schermo per controllare. Questo è utile anche per le riprese da angolazioni basse, anche se ciò può provocare snorts derision da altri fan di X-Pro.

Funzionalità e prestazioni di Fujifilm X-Pro3 – XPro3 è come una X-T3 nei nuovi abiti a telemetro

Il motore di tiro della Fujifilm X-Pro3 è stato portato ai livelli X-T3. Ha la stessa combinazione di un sensore X-trans IV da 26 megapixel e l’ultimo processore X 4. Questo ti dà una potenza di scatto a raffica di 11 fps con l’otturatore meccanico o di 30 fps se sei pronto a utilizzare l’otturatore elettronico e ad accettare un Ritaglia.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm X-Pro3

paio di piccole aggiunte sono un limitatore di portata AF, se si desidera limitare la profondità di campo a una determinata area, e l’HDR incorporato, che unisce tre scatti per creare ciò che Fujifilm ritiene sia un aspetto HDR più naturale rispetto ai suoi concorrenti . Inoltre, l’autofocus della Fujifilm X-Pro3 sembra funzionare anche in condizioni di scarsa illuminazione rispetto a prima, fino a EV –6.

Il ciliegio leggermente più fresco e meno saturo in cima è una nuova simulazione cinematografica chiamata “Neg classica”. Le eccellenti interpretazioni digitali di Fujiiflm sull’aspetto cinematografico del suo passato sono uno dei principali vantaggi della serie X, e questo nuovo è progettato per rendere migliore l’aspetto dei tuoi scatti dopo che sono stati sviluppati dal film Superia.

Qualità delle immagini Fujifilm X-Pro3 – I primi segni del solito stile Fujifilm per la qualità JPEG fuori dalla fotocamera

Sono stato in grado di girare solo su una Fujifilm X-Pro3 di pre-produzione, che non aveva il firmware finale. Sebbene non sia probabile che la qualità delle immagini cambi, è ancora troppo presto per essere definitiva al riguardo.

Detto questo, i primi segni sono buoni, con l’X-Pro3 che produce i soliti eccellenti JPEG di Fujifilm con colori incisivi ma accurati. Ho girato principalmente in “standard”, ma lo street shot alla fine ti dà un’idea della nuova simulazione “Classic Neg”.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm X-Pro3

Complessivamente, ci si può aspettare livelli di prestazioni della qualità dell’immagine Fujifilm X-T3, solo con il tocco in più di poter comporre attraverso OVF o EVF.

Come quella fotocamera, la misurazione dell’X-Pro3 è affidabile, anche se c’è sempre il quadrante di compensazione dell’esposizione a portata di mano se è necessario modificarlo. Detto questo, se sei abituato a una fotocamera con più quadranti, potresti trovare il quadrante ISO dell’X-Pro3 – che puoi raggiungere tirando verso l’alto l’anello esterno del quadrante della velocità dell’otturatore – richiede un po ‘di tempo per abituarti.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm X-Pro3

che preferiate OVF o EVF, tuttavia, l’X-Pro3 è una fantastica fotocamera per la fotografia di strada, in particolare perché è così discreta e ha opzioni di scatto silenziose. Non vedo l’ora di prenderlo per più di un’ora che ho trascorso al Borough Market per la nostra recensione completa presto.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Sony A7R IV Recensione

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Come tutti i suoi predecessori della serie Alpha, la Sony A7R IV è una fotocamera mirrorless compatta e conveniente con un sensore full frame. Una disposizione che una volta era di per sé un risultato impressionante.

Questa volta il sensore ha una sbalorditiva 61 megapixel, rendendola la fotocamera full frame con la più alta risoluzione sul mercato. Se vuoi maggiori dettagli di questo, devi iniziare a guardare modelli di medio formato molto più pesanti e più costosi come la serie GFX di Fujifilm.

La domanda che mi viene subito in mente è: “Ho bisogno di tanta risoluzione?” Ed è pertinente, anche se l’A7R IV ha, sulla carta, molto altro da fare oltre alla capacità di rendere molti e molti dettagli. A £ 3.500 senza obiettivo, è circa il doppio del prezzo dell’amato A7 III di Sony. Abbiamo trascorso alcuni giorni a scattare con la fotocamera per determinare se vale davvero la pena investire.

Design – La A7R IV è compatta e complessa

Tenendo questa fotocamera tra le mani, è abbastanza sorprendente pensare che ci sia un sensore da 61 megapixel all’interno. È piccolo e relativamente leggero, con una bella presa grassa per avvolgere la mano destra e un layout di controllo intuitivo da usare.

Non solo alcuni quadranti sono facilmente raggiungibili con le dita e il pollice mentre si tiene la fotocamera. Ma presenta anche una levetta testurizzata che può essere utilizzata per spostare rapidamente il punto AF o saltare tra le opzioni di menu.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Parlando del menu, è un grosso problema e complicato. Sony riceve molta attenzione dai revisori per le sue interfacce utente della fotocamera e hanno un punto. Spesso devi sfogliare molti schermi per arrivare a una determinata impostazione e il modo in cui sono organizzati non è particolarmente intuitivo. Una volta che hai capito dove sono le cose, questo non sarà un grosso problema. Ma arrivare a quel punto di familiarità potrebbe richiedere del tempo

La qualità di costruzione è eccellente, come speri da una fotocamera che costa così tanto. Il telaio è realizzato in lega di magnesio resistente e rigida e tutto è a tenuta stagna; pensiamo che avrai molti anni di utilizzo dalla A7R IV.

Schermo e Mirino – Degni di nota

Come con altri modelli della serie A, A7R IV offre sia un touchscreen LCD che un mirino OLED. Il primo è un monitor TFT da 1,4 milioni di punti da 3 pollici che può essere inclinato verso l’alto o verso il basso (ma non in avanti – scusate, vlogger e tossicodipendenti selfie), mentre il secondo misura un diametro di soli 0,5 pollici ma si blocca in 5,76 milioni di punti (il più ancora visto su una fotocamera Sony).

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Il mirino è meravigliosamente nitido, privo di lag e dall’aspetto molto naturale (puoi anche impostarlo su un frame rate ultra-alto di 120 / 100Hz se lo desideri), mentre lo schermo è sufficientemente luminoso e incisivo per essere utilizzabile all’aperto su un giorno soleggiato. Non avevamo molte ragioni per usare la sua funzionalità touch, ma è ottimo per impostare rapidamente un punto di messa a fuoco.

L’unico miglioramento significativo che potremmo prevedere qui è che lo schermo si inclini in qualche modo in avanti e / o lateralmente, nonché su e giù. Altrimenti, entrambi i display sono fantastici.

Performance – Autofocus estremamente veloce

Il sistema di messa a fuoco automatica di Sony è stato a lungo tra i migliori in circolazione, e qui ottieni il monitoraggio in tempo reale precedentemente visto nei modelli A6400 e A9. Questa modalità è eccezionale per riprendere un soggetto in movimento, poiché manterrà un blocco costante su persone e animali (sì, la fotocamera può riconoscere il tuo animale domestico) tramite il riconoscimento degli occhi e del viso mentre si spostano attorno alla cornice.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

L’enorme quantità di punti AF disponibili aiuta con l’accuratezza: 567 per il rilevamento di fase e 425 per il rilevamento del contrasto, coprendo la stragrande maggioranza dell’inquadratura. Punta la fotocamera verso un gatto con tutte le opzioni attivate e puoi vedere l’AF in tempo reale al lavoro, con una scatola che appare e segue l’occhio del gatto mentre si muove e la fotocamera. È roba intelligente e qualcosa che i fotografi di ritratti e di animali selvatici sicuramente apprezzeranno.

Se pensavate che una fotocamera da 61 megapixel dovesse essere necessariamente lenta, ripensateci: l’A7R IV può scattare ininterrottamente fino a 10 fps e, abbinato a quella messa a fuoco automatica rapida e scorrevole, che la rende una specie di demone della velocità. Le doppie slot per schede UHS-II sono un altro cenno della velocità, che ti consente di archiviare video ad alta risoluzione e foto senza indugio.

Qualità foto e video – Dettagli per cui morire

L’immagine da 61 megapixel della fotocamera funziona con una risoluzione di 9504 x 6336. È un sacco di pixel, certo, ma piuttosto difficile da visualizzare. Per avere una vera idea dei dettagli offerti qui, pensa ai poster stampati: con una qualità di 300 dpi, ogni scatto a piena risoluzione qui può essere stampato come un poster da 31 pollici per 21 pollici.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Sarebbe anche un poster di bell’aspetto: la profondità del colore e la gamma dinamica della fotocamera sono fantastici. Uno dei vantaggi della risoluzione della fotocamera è che offre un ampio spazio per il ritaglio, e infatti c’è anche una modalità APS-C / Super 35mm integrata per farlo automaticamente ma, a parte questo, è difficile chiamare 61 megapixel essenziali a meno che tu non stia costantemente stampando grandi immagini. La domanda rimane: hai davvero bisogno di così tanti dettagli?

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

La modalità Pixel Shift di Sony porta le cose ad altezze ancora maggiori, spostando leggermente il sensore e riprendendo più volte per creare immagini composite incredibilmente dettagliate. Avrai bisogno di un treppiede per questo, ma le foto da 240 megapixel risultanti sono sbalorditive nella loro nitidezza. Una funzionalità intelligente, ben implementata e alla fine impressionante – ma probabilmente solo uno dei pochi fotografi di paesaggi userà mai.

L’A7R IV, ovviamente, registra video, e la sua qualità 4K 24 / 30fps è eccellente sia che si utilizzi l’impostazione full frame o Super 35mm (anche se è possibile notare alcune tapparelle nelle clip full frame). La videocamera registra con qualità 6K prima di ridimensionare a 4K e i video risultanti sono ricchi di dettagli e contrasto. I video beneficiano anche dell’eccellente sistema di messa a fuoco automatica, in modo da poter tracciare i volti umani e altri oggetti in movimento in modo molto efficace.

Dovrei comprare la Sony A7R IV?

Non c’è dubbio sulle qualità di questa fotocamera. È tra i migliori di Sony e riesce a tirare fuori il difficile gesto di bilanciamento del temperare i suoi dettagli eccezionali pur essendo veramente facile da usare per la fotografia generale di tutti i giorni. È veloce e relativamente compatto, ben costruito e in generale un ottimo tuttofare.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Il problema è che sono £ 3.500 e, per la stragrande maggioranza degli utenti, il suo sensore da 61 megapixel non è proprio necessario. Se davvero, hai davvero bisogno di così tanti dettagli (e probabilmente dovresti essere un fotografo professionista per rivendicare altrettanto), dimostrerà il suo valore – ma anche quelli con un controllo di qualità molto esigente troveranno A7 III, a circa la metà del prezzo e funzionalmente l’A7 IV è uguale in molti modi, per essere più che adeguato alle loro esigenze.

Per la maggior parte di noi, l’A7R IV è semplicemente eccessivo e per questo motivo è difficile raccomandarlo. Questo non vuol dire che non è un fantastico pezzo di tecnologia, e poiché il suo prezzo scende nei prossimi mesi e anni, possiamo vederlo diventare una prospettiva molto più allettante.

Verdetto

Ammettiamolo: probabilmente non è necessario scattare foto da 61 megapixel, il che rende l’A7R IV una fotocamera difficile da raccomandare al prezzo attuale richiesto. Detto questo, è un prodotto straordinariamente potente che offre una sorprendente quantità di velocità e praticità per una fotocamera ad alta risoluzione, e se fosse più conveniente non esiteremmo a assegnare a questo impressionante tuttofare un punteggio più alto. Allo stato attuale, i modelli più economici come A7 III e A7R III hanno molto più senso per la maggior parte degli acquirenti, quindi consigliamo vivamente di guardarli prima.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Sony RX100 VII Recensione

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Sono passati sette anni da quando Sony ha debuttato per la prima volta nella sua serie RX100. Rivoluzionario all’epoca, posizionare un sensore da un pollice all’interno di un corpo tascabile ha spianato la strada a quello che verremmo a pensare come standard per una fotocamera compatta di alta qualità. Giunto alla sua settima iterazione, in teoria la Sony RX100 VII distilla tutto ciò che l’azienda ha imparato e sviluppato negli ultimi anni.

Evoluzione

Le ultime generazioni hanno visto la fotocamera evolversi in qualcosa che mette davvero in mostra tutte le abilità tecniche di Sony – ma ragazzo, ne paghi il prezzo.

Con un prezzo consigliato di £ 1199, questa è una fotocamera per chi non ha soldi. Nel corso degli anni abbiamo visto l’introduzione di uno schermo inclinabile, un mirino a comparsa, un obiettivo zoom più lungo, video 4K, riprese ad alta velocità e questa volta Sony ha ampliato le funzionalità video nel tentativo di renderlo attraente per i videografi e vlogger.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Sony RX100 VII – Design e Caratteristiche

Per quanto riguarda il design, non c’è molto da dire qui, Sony ha mantenuto lo stesso fattore di forma per l’RX100 VII rispetto al suo predecessore, l’RX100 VI. Non è una grande sorpresa poiché gli aggiornamenti per questo modello sono sotto il cofano.

Portabilità

Quindi, in sostanza, ciò significa che ottieni qualcosa di molto tascabile, che ospita un sensore CMOS da 20,1 MP da 1 pollice (che è nuovo) e lo abbina a uno zoom ottico 24-200 mm (8,3x) molto flessibile (che non è ). Un paio di generazioni fa, Sony ha deciso che gli utenti avrebbero preferito uno zoom più lungo di uno più corto con un’apertura più ampia, quindi il massimo che puoi andare qui è f / 2.8, che è ancora abbastanza luminoso per la maggior parte delle situazioni. Ritorna anche lo schermo inclinabile e un mirino a scomparsa nascosto per la composizione.

Ciò che non è così buono è sia la mancanza di un’impugnatura anteriore che rende l’RX100 VII solo un po ‘scivoloso – in particolare il nervosismo quando ti guardi intorno con una fotocamera compatta da £ 1200 – e la dimensione dei pulsanti e dei quadranti, che rimangono accesi il lato complicato. Tuttavia, se sei disposto a bypassarlo, ottieni alcune altre incredibilmente potenti specifiche con cui lavorare.

Novità

Le nuove grandi novità sono la stabilizzazione video 4K migliorata, Movie Eye AF e un ingresso per microfono – quest’ultimo è il più grande per i vlogger.

Anche i tiratori fissi hanno alcuni nuovi giocattoli, in particolare se ti piace riprendere soggetti in rapido movimento. Ora puoi scattare a 90 fps francamente ridicoli, il che si riduce a 20 fps ancora estremamente impressionanti se vuoi scattare senza interruzioni e mantenere il tracking AF. Non possiamo realisticamente pensare a un momento in cui avrai mai bisogno di scattare a 90 fps, ma come sempre, questo è un modo per Sony di mostrare ciò di cui è capace – se qualcuno lo utilizzerà effettivamente è quasi irrilevante.

Inoltre, ora ci sono 357 punti di autofocus a rilevamento di fase che coprono il 68% del fotogramma, con l’ennesimo “autofocus più veloce al mondo” di 0,02 secondi promesso. Abbiamo anche ottenuto l’aggiunta di Animal Eye AF per sfruttare il successo di Eye AF già installato.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Sony RX100 VII – Schermo e Mirino

Sony ha introdotto per la prima volta un mirino a comparsa per la sua serie RX100 alcune generazioni fa. Ti dà la possibilità di inquadrare i tuoi scatti in un modo più tradizionale rispetto all’uso dello schermo, oltre a rivelarti particolarmente utile quando scatti in condizioni di luce intensa.

Fortunatamente, il mirino si solleva e si estende automaticamente per essere pronto per l’uso fin dall’inizio – che si confronta bene con la Canon G5X Mark II che richiede un pop-up in due passaggi ed estrarre il tipo di movimento che a volte può portare a perdere scatti.

Mirino

Sebbene non enorme, il mirino dell’RX100 VII è luminoso e chiaro e mi sono ritrovato ad usarlo in diverse occasioni. Il fatto che possa essere nascosto quando non in uso aiuta a mantenere le linee della fotocamera belle ed eleganti, mentre lo fa anche fuori dallo schermo inclinabile.

Lo schermo, che può essere posizionato per essere rivolto in avanti, è utile non solo per i selfie, ma anche per comporre vlog. Noterai che entra automaticamente in una modalità selfie anche quando inclini lo schermo in avanti. Lo schermo è sensibile al tocco, ma frustrantemente non puoi ancora utilizzarlo per effettuare selezioni nel menu rapido / funzione o nel menu principale.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Sony RX100 VII – Performance 

Sony ha già dimostrato più volte quanto sia straordinaria la sua tecnologia, specialmente per una fotocamera tascabile, nelle generazioni precedenti della serie RX100.

Qui con l’RX100 VII, si basa su quel successo, offrendo funzionalità come le riprese a 90 fps. In generale, probabilmente vorrai lasciarlo a 20 fps in modo da poter godere di AF a tempo pieno e di scatti gratuiti senza blackout.

Nel complesso, coinvolgendo l’AF continuo e selezionando la frequenza dei fotogrammi veloce significa che l’RX100 VII tiene il passo con soggetti in movimento ragionevolmente prevedibili. Probabilmente questa non è una fotocamera interamente pensata per la fotografia sportiva, ma con l’obiettivo lungo e lo scatto veloce, puoi ottenere alcune foto decenti degli spettatori ai giochi di calcio e così via, mentre è utile anche per soggetti come animali domestici e bambini.

Velocità

In altre situazioni, l’RX100 VII si aggancia molto facilmente alla maggior parte dei soggetti, producendo molto raramente una falsa conferma della messa a fuoco. In condizioni di luce molto scarsa, potresti notare che ci vuole un po ‘più di tempo, ma è ancora piuttosto impressionante anche quando c’è pochissima luce disponibile con cui lavorare.

Un aspetto negativo di avere una fotocamera così potente è la durata della batteria. La durata ovviamente varierà a seconda di ciò che ti piace sparare con esso – se si tratta principalmente di singole foto al giorno non dovrebbe essere un problema, ma in caso contrario, imballare una batteria di riserva o un alimentatore (la ricarica USB è disponibile) è una buona idea.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Sony RX100 VII – Qualità Foto e Video 

Questa è un’altra area in cui la Sony ha costantemente dimostrato di poter davvero offrire.

Le immagini direttamente dalla fotocamera mostrano una soddisfacente quantità di pugno, con colori vibranti ma realistici. C’è anche una buona impressione generale dei dettagli in tutta la gamma di sensibilità nativa quando si visualizzano immagini con dimensioni di stampa o Web normali.

Pur non avendo l’apertura massima f / 1.8 che abbiamo visto sulle prime generazioni della serie RX100, puoi comunque produrre piacevoli immagini di profondità di campo ridotta nelle giuste condizioni, con la flessibilità dell’obiettivo più lungo che vale l’intero sacrificio di apertura nel suo complesso .

Scarsa luminosità

In condizioni di scarsa luminosità, non avere quella grande apertura significa anche che probabilmente dovrai scattare con impostazioni ISO abbastanza alte. Le immagini scattate con ISO 6400 vengono visualizzate bene a dimensioni ridotte, ma è possibile notare una perdita di dettagli se si esaminano le immagini al 100%, ma il rumore è ridotto al minimo. Lo scatto in formato raw ti dà la possibilità di riportare alcuni dettagli mancanti se ritieni che la riduzione del rumore sia andata in mare.

Le immagini sono più nitide all’estremità grandangolare dell’obiettivo. Rimane costantemente nitido su tutta la gamma focale, ma si vede un certo livellamento all’estremità molto lontana del teleobiettivo. Ancora una volta, questo è evidente soprattutto con un attento esame e non dovrebbe essere troppo problematico in normali formati di stampa e Web.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

La qualità del video rimane buona come la RX100 VI con filmati finemente dettagliati. La stabilizzazione delle immagini interviene per aiutare a mantenere le cose il più fluide possibile – e anche se non vorrei fare affidamento su di essa per condizioni super traballanti (come la mountain bike), per il vlog walkaround medio, fa un buon lavoro nel mantenere le cose lisce.

Sebbene la qualità del suono dal microfono integrato sia abbastanza decente per i video di tutti i giorni, essere in grado di aggiungere un microfono esterno è vantaggioso in una serie di situazioni diverse – nel nostro esempio puoi sentire quanto il vento stia influenzando il suono, ad esempio.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Dovresti Comprare la Sony RX100 VII? 

Sulla carta, ci sono così tante cose da apprezzare sull’RX100 VII che non avremmo troppi scrupoli nel chiamarlo la soluzione tascabile perfetta. Dimostra davvero che non devi lesinare troppo sulla qualità dell’immagine e sulle prestazioni se vuoi qualcosa che sia ultra portatile.

Ma c’è un problema – ed è grande – e questo è il prezzo. Non si può evitare il fatto che spendere £ 1200 per una fotocamera compatta, non importa quanto sia potente, sarà una grande richiesta per molte persone.

Se vuoi il meglio del meglio e hai il budget da spendere, allora questa è una fotocamera che è estremamente raccomandata, ma vale la pena guardare indietro attraverso la linea di predecessori RX100 se il tuo budget è un po ‘più conservatore e puoi vivere senza alcune delle funzionalità aggiuntive offerte dall’RX100 VII.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Verdetto

La Sony dimostra ancora una volta che ha una straordinaria tecnologia nel suo arsenale che è racchiusa nel più piccolo dei corpi. Se hai i soldi da spendere e vuoi la migliore fotocamera possibile per la tua tasca, questa è senza dubbio quella da scegliere. Per quelli con un budget più ragionevole, vale la pena guardare i vecchi modelli RX100, così come quelli della gamma Powershot di Canon – in particolare il G7X Mark III se il vlogging fa per te.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

I Migliori Regali per Fotografi

Quali sono i migliori regali per fotografi? Se hai trascorso anche un po ‘di tempo con un fotografo, sai che il loro hobby tende a correre sul lato costoso. Lenti, kit di illuminazione, software per computer e persino nuove fotocamere sono tutti acquisti regolari e costosi. Anche se hai centinaia di dollari per alcuni di questi articoli, conoscere il prodotto specifico da acquistare per il fotografo nella tua vita è difficile. Ad esempio, con così tanti diversi tipi di accessori per fotocamere, è facile acquistarne uno incompatibile, portando così il tuo regalo da un eroe a zero.

Tuttavia, puoi alleviare lo stress angosciante della scelta del regalo perfetto grazie a questo elenco di regali per fotografi. Indipendentemente dalla fotocamera che utilizza, uno qualsiasi di questi doni entusiasmerà sicuramente qualsiasi fotografo della tua vita. Prodotti come gemelli, organizzatori e persino distributori di servizi igienici consentono alla persona amata di mostrare la propria passione per l’hobby in modo creativo.

I migliori regali per fotografi con meno a meno di 15€

1. HEYFAIR Novelty Camera Roll Toilet Paper

La scatola per dispenser di fazzoletti di carta con pellicola protettiva per porta rotolo di carta igienica HEYFAIR Novità sostituisce la tua noiosa vecchia scatola di fazzoletti con una che sembra un vecchio rotolo di pellicola. Tuttavia, questo contenitore non è solo per contenere i fazzoletti, poiché puoi anche usarlo come distributore di carta igienica. Questo prodotto può contenere un rotolo di carta e lo distribuisce da due aree: un foro nella parte inferiore per la carta igienica e uno nella parte superiore per i tessuti.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2. LimoStudio 33″ White Transparent Photo Umbrella Studio Reflector

Il riflettore da studio fotografico bianco trasparente LimoStudio 33 ″ è il modo perfetto per riflettere, diffondere e diffondere uniformemente la luce su qualsiasi superficie. Questo ombrello ha un diametro di 33 pollici e utilizza un tessuto su misura per eliminare qualsiasi bagliore nelle tue fotografie. L’ombrello è anche leggero, che lo rende facile da trasportare da e per un servizio fotografico.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

3. Apexel 4 in 1 Camera Phone Lens Kit 180 Degree Fisheye

Mentre l’iPhone ha una fotocamera eccellente, offre solo un obiettivo. Il kit di lenti per telefono con fotocamera 4 in 1 Apexel 180 gradi Fisheye risolve questo problema dandoti quattro diversi obiettivi da utilizzare sulla fotocamera del tuo iPhone. Questo kit include un obiettivo grandangolare, un obiettivo fisheye e un obiettivo macro, che ti consente di scattare foto che non avresti mai immaginato fosse possibile solo con la fotocamera standard per iPhone. Questo componente aggiuntivo è compatibile con dispositivi vecchi come iPhone 4 e funziona anche su tablet come l’iPad.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

4. MJ Boutique’s 8-bit Matte Black Pixelated Sunglasses

Gli occhiali da sole Pixelated nero opaco a 8 bit della MJ Boutique sono un regalo ideale per i fotografi che trascorrono molto tempo all’aperto. Questi occhiali da sole sono infrangibili e offrono una protezione UV al 100% per i tuoi occhi. Come bonus, riceverai anche una custodia gratuita che puoi utilizzare per conservare questi occhiali da sole quando non in uso.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

5. Sornean Camera Lens Mug

Quale modo migliore per sorseggiare un drink durante un servizio fotografico che con la tazza per obiettivo fotocamera Uniqstore. Questa tazza ricorda un obiettivo zoom Nikon. L’esterno della tazza è realizzato in materiale PVC di alta qualità mentre l’interno è in acciaio inossidabile. La tazza per obiettivo fotocamera Uniqstore è orgogliosa del suo isolamento, garantendo che il tuo drink rimanga caldo anche per ore durante le riprese.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

6. Electronic4sale 8GB Nikon Camera Bag Shaped USB Flash Memory Drive

Con la fotografia digitale in aumento, le unità di memoria flash USB sono i migliori amici di un fotografo. Con l’unità di memoria flash USB a forma di borsa per fotocamera Nikon Electronic4sale da 8 GB, l’unità di memoria flash USB funge anche da un’altra fotocamera. Questa unità USB ha la forma di una fotocamera per cartoni animati, con l’obiettivo che funge da chiavetta USB. Questa unità flash da 8 GB funziona con più sistemi operativi, tra cui Windows 8, Mac 9.0 e Linux.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

7. Kikkerland KRL15TC Camera LED Keychain

Il portachiavi a LED per fotocamera KRL15TC di Kikkerland è un regalo divertente e innovativo che porterà un sorriso sul volto di qualsiasi fotografo. Premi il pulsante nella parte superiore di questo portachiavi per attivare il suono dell’otturatore e una luce LED luminosa. Il portachiavi include batterie, assicurando che il destinatario di questo regalo possa goderne immediatamente.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

8. Giottos AA1900 Rocket Air Blaster

Giottos AA1900 Rocket Air Blaster ti consente di rimuovere rapidamente polvere e detriti dalla parte anteriore di qualsiasi obiettivo della fotocamera. Basta puntare il Giottos AA1900 Rocket Air Blaster verso qualsiasi obiettivo e spremere per inviare un soffio d’aria in quella direzione. Il filtro unidirezionale nel Giottos AA1900 Rocket Air Blaster assicura che polvere e detriti non possano entrare nel dispositivo.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

9. The Pocket Reflector

Per un fotografo, probabilmente ti ritroverai a trasportare sette o più accessori per un determinato servizio fotografico. Risparmia un po ‘di spazio con il Pocket Reflector, uno strumento così piccolo che puoi inserirlo nella tasca accanto al telefono. Il Pocket Reflector ti consente di riflettere la luce sul soggetto, illuminandolo e dando vita a piccoli dettagli. Il Pocket Reflector ha due lati diversi, con il lato bianco che riflette la luce naturale morbida e il lato argento che riflette un forte scoppio di luce pura.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

10. Mystery Waterproof GoPro Floating Hand Tripod Mount

Un’area in cui i fotografi in genere incontrano difficoltà è quella degli ambienti sottomarini. Con il supporto per treppiede galleggiante Mystery Waterproof GoPro, quelle difficoltà appartengono al passato. Questo supporto impermeabile si inclina di 180 gradi e consente di ottenere colpi sopra e sotto l’acqua. Il supporto per treppiede galleggiante GoPro Mystery Waterproof è leggero ed è minuscolo; non avrai problemi a inserirlo direttamente in tasca.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

11. POYING Bottle Mount

Per un fotografo professionista, questo supporto per bottiglia potrebbe essere un po ‘ridondante. Ma per i dilettanti, o quelli che sono, ad esempio, fuori per un’escursione con la fotocamera e non vogliono prendere oggetti ingombranti come i treppiedi, questo sarà utile. È dotato di strumenti per il supporto dell’adattatore per fotocamera 6/5/4. Con esso, puoi impostare la fotocamera e scattare foto a mani libere e con una base stabile. Inoltre, questa bottiglia è versatile in modo da poter trasportare acqua durante l’avventura all’aperto, sia per la fotografia che per altro. Hai davvero bisogno di avere dell’acqua nella bottiglia o il supporto si inclinerà sotto il peso di una fotocamera. La bottiglia è piccola, altamente portatile e riporla nello zaino è facile. Ha anche una base rotonda che ne migliora la stabilità quando si tiene la fotocamera.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

I migliori regali per fotografi a meno di 50€

12. Polaroll Polaroid Camera Shaped Toilet Paper Roll Holder With Color Refill

Il portarotolo di carta igienica Polaroll Polaroid a forma di telecamera con ricarica colore è anche un distributore di carta igienica, sebbene questo prodotto assomigli a una fotocamera anziché al film. La carta igienica si distribuisce dalla fessura in cui il film normalmente si distribuirebbe in una vera fotocamera Polaroid. Come bonus, riceverai anche un rotolo gratuito di carta igienica con fotografie a colori impresse su di esso.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

13. ExpoImaging ROGUEGELS-U Lighting Kit

Aggiungi un tocco di colore a qualsiasi foto con il kit di illuminazione ExpoImaging ROGUEGELS-U. Questo kit include 20 filtri diversi, una fascia in gel per fissare i filtri a qualsiasi dispositivo e una custodia imbottita con divisori per un facile trasporto. I divisori hanno anche utili suggerimenti su di loro per assicurarti di ottenere i migliori scatti possibili quando si utilizzano i filtri.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

14. LOOP World Travel Adapter

Uno dei maggiori problemi che i fotografi hanno quando lasciano il loro paese natale è che le spine sono completamente diverse in varie parti del mondo. Ad esempio, le spine e le tensioni tra gli Stati Uniti e l’Europa sono completamente diverse e collegare un cavo di alimentazione errato a una presa può friggere il dispositivo o persino accendere un incendio. L’adattatore da viaggio mondiale LOOP risolve questo problema fornendo una presa universale a 11 pin che funziona con qualsiasi presa negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Australia e in Europa. L’adattatore da viaggio mondiale LOOP include anche prese USB.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

15. Shutter Huggers Giraffe

Scattare fotografie di bambini è una delle maggiori sfide che un fotografo dovrà affrontare. Sia che non stia fermo o che si rifiuti di sorridere, dovrai destreggiarti tra il placare il bambino e il lavoro con la macchina fotografica. Con la giraffa Shutter Huggers, puoi concentrarti esclusivamente sullo scattare una bella foto. Questa giraffa imbottita poggia sulla parte anteriore della fotocamera, portando un sorriso sul viso di un bambino e dando loro un punto focale.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

16. Bluetooth Selfie Remote Shutter

Essere un fotografo significa lasciarti fuori dagli scatti di gruppo. Con l’otturatore a distanza selfie Zodiac Pro Bluetooth, puoi ancora una volta al centro della scena nelle tue foto. Il Bluetooth Selfie Remote Shutter funziona con qualsiasi dispositivo iOS o Android senza applicazioni aggiuntive richieste. Dopo aver collegato l’otturatore remoto con il tuo smartphone o tablet, basta premere il pulsante per scattare una foto. Zodiac Pro Shutter ha una portata fino a 30 piedi ed è inoltre dotato di un mini treppiede da tavolo che lo rende perfetto per scatti di gruppo di grandi dimensioni come una festa di nozze.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

17. JOBY GorillaPod Original

Un fotografo deve rimanere flessibile, motivo per cui JOBY GorillaPod Original è perfetto sia per i principianti che per i fotografi esperti. Questo treppiede utilizza giunti flessibili che consentono di impostare la fotocamera con qualsiasi angolazione immaginabile. Le manopole gommate garantiscono che JOBY GorillaPod Original rimarrà in posizione verticale, indipendentemente dalla superficie su cui viene posizionato.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

18. S-ZONE Canvas DSLR SLR Camera Shoulder Bag Backpack

Trasportare una DSLR costosa è un’esperienza snervante per qualsiasi fotografo. Lo zaino con tracolla per fotocamera reflex digitale DSLR Canvas S-ZONE ti offre un modo sicuro e affidabile per trasportare la tua DSLR. Utilizza un materiale in cotone ad alta densità per garantire che protegga la tua attrezzatura da urti e cadute. Lo zaino con tracolla per fotocamera reflex digitale DSLR in tela S-ZONE ha anche molte tasche extra per accessori come obiettivi e filtri.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

19. Camera Cookie Cutters

Con le formine per biscotti per macchine fotografiche, puoi combinare i tuoi due amori preferiti: la cottura al forno e la fotografia. Queste formine per biscotti sono disponibili in tre forme diverse, ognuna simile a una fotocamera diversa. Puoi riempire lo stampo con la tua pasta per biscotti preferita e metterlo nel forno o utilizzare ogni modello come un timbro per tagliare le forme nei tuoi panini. Ogni formina per biscotti è realizzata in plastica per alimenti senza BPA per garantire che il cibo rimanga sicuro da mangiare durante l’utilizzo.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

20. FLUXMOB BOLT Portable Power Adapter

Molte fotocamere ora si caricano tramite una porta USB, il che significa che qualsiasi computer o televisore moderno funge anche da stazione di ricarica. Tuttavia, molte località, come una camera d’albergo o una cucina, non dispongono di porte USB. In una situazione come questa, l’alimentatore portatile FLUXMOB BOLT è un vero toccasana. Questo dispositivo ha una spina standard su un’estremità per collegarsi a una presa mentre sull’altra estremità è presente un adattatore USB. Con l’adattatore di alimentazione portatile FLUXMOB BOLT, qualsiasi presa a muro può diventare una stazione di ricarica USB improvvisata.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

21. AppleCore Cable Organizer 7 Pack Combo

Con vari cavi e connettori che entrano ed escono dal computer, ti ritroverai rapidamente bloccato in un groviglio di fili. Pulisci la tua officina con la confezione combinata AppleCore Cable Organizer da 7 pezzi. I sette organizzatori forniti ti consentono di avvolgere i cavi del tuo computer in modo ordinato, permettendoti di mantenere in ordine lo spazio di lavoro. La morbida plastica di questi organizzatori assicura che non danneggino i cavi.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

22. Lightning to SD Card Reader, Lightning to USB Camera Adapter, Trail Game Camera Viewer for iPhone

Questo potrebbe essere il regalo perfetto per un fotografo. È multifunzionale, quindi è possibile utilizzarlo per importare foto tramite il lettore di schede SD o l’unità USB. Puoi anche collegare la tua tastiera all’iPad per facilità d’uso. In questo modo, puoi scaricare facilmente le foto dalla tua fotocamera digitale al tuo laptop, iPhone, ecc. Puoi anche usarlo per caricare la tua fotocamera ricaricabile, iPad o iPhone. È compatibile con iOS 9.2 a iOS 11.3.
Inoltre, ha un kit di collegamento per la telecamera audio 4 in 1 di illuminazione.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

23. RAVPower Solar Charger Solar Panel

Questo pannello solare ha un doppio sistema di porte USB che ti permetterà di ricaricare iPhone, iPad o Galaxy Edge. Ha anche una cartella impermeabile che proteggerà i tuoi dispositivi di ricarica da pioggia o altre fonti d’acqua. La sua efficienza di transizione SunPower è del 21,5 – 23,5 percento ed è un ottimo modo per utilizzare la potenza del sole quando non ci sono prese di corrente in giro. È pieghevole, che gli conferisce dimensioni compatte per facilità di portabilità. Ciò è completato dal fatto che è leggero. È dotato della tecnologia iSmart, che viene regolata in base alle esigenze energetiche del dispositivo di ricarica per garantire un tempo di ricarica minimo.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

I migliori regali per fotografi tra 50 – 100€

24. Lomography Smartphone Film Photo Scanner

Lo scanner fotografico per pellicole per smartphone Lomography è uno dei modi migliori per condividere i negativi del film con amici e familiari su Facebook e Instagram. Anche i principianti non avranno problemi a utilizzare questo dispositivo. Basta inserire il film nello scanner fotografico per pellicole per smartphone Lomography, accendere la retroilluminazione del dispositivo e iniziare a scattare foto del negativo con la fotocamera del tuo smartphone. Questo dispositivo viene inoltre fornito con un’applicazione gratuita che è possibile utilizzare per modificare le immagini prima di caricarle sui social media.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

25. Foldio 2 Foldable All-in-one Mini Studio Portable Light Box

Fotografare non significa semplicemente puntare e sparare alla fotocamera su un oggetto. È necessario tenere conto dell’illuminazione del soggetto, motivo per cui la scatola luminosa portatile mini studio pieghevole pieghevole Foldio 2 è un regalo eccellente per i fotografi. Questa scatola luminosa ti consente di bagnare il tuo prodotto alla luce, mettendo in risalto anche i più piccoli dettagli. L’app inclusa per il tuo smartphone ti consente di regolare la temperatura e la luminosità del colore del light box e include anche strumenti di modifica per personalizzare le tue foto.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

26. Cufflinks Inc Men’s Camera Mode Dial Cufflinks

Mostra il tuo amore per la fotografia in qualsiasi evento formale di cravatta nera con i gemelli da uomo con quadrante in modalità fotocamera da uomo Gemelli. Questi gemelli sono realizzati con una combinazione di smalto e metallo e assomigliano al quadrante di una fotocamera. Ogni paio di gemelli da uomo con quadrante in modalità fotocamera gemelli è inoltre dotato di una scatola di immagazzinaggio gratuita.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

27. Vivitar VL-8500 Professional LED Video Light Wand

Questo tubo consente di illuminare qualsiasi sessione fotografica a una temperatura di colore di 3200 K-5500 K, con 10 livelli di luminosità regolabili. Viene fornito con una bacchetta di illuminazione video portatile e portatile. Dispone inoltre di un telecomando a infrarossi IR-4 per un comodo utilizzo. L’alimentatore del tubo è una batteria ricaricabile F550 che è sempre piacevole avere. È un regalo ideale per chi ama le riprese all’aperto, i video o le foto e la fotografia di ritratto.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

28. BlackRapid Breathe Sport Camera Strap

A volte, un fotografo può rimanere in piedi per un bel po ‘di tempo, viaggiando per chilometri alla ricerca di caratteristiche uniche per lo scatto o il momento “perfetto”. Avere una persona del genere con una tracolla di qualità aiuterà molto nel trasporto e nell’accesso alle sue attrezzature in modo rapido e semplice. Questo cinturino è realizzato con una cinghia in nylon antiumidità per migliorare il comfort. L’imbottitura è larga 4 pollici e la sua lunghezza può essere regolata a 65,7 pollici. È un ottimo investimento per il fotografo che è molto in piedi.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

29. Spider Holster Black Widow Belt Kit

Questo kit Black Widow viene fornito con una cintura, una fondina, un tappetino e un perno; tutto il necessario per la tua avventura fotografica. La cintura è ben progettata per il massimo comfort ed è dotata di una tasca con zip che può contenere chiavi, memory card, denaro e carta d’identità. Ha un pad rimovibile che puoi facilmente aggiungere o rimuovere a seconda delle tue preferenze. Inoltre, è facile collegare il kit al supporto per treppiede. Tuttavia, il kit Black Widow è ideale solo per fotocamere DSLR di piccole e medie dimensioni, quindi tienilo a mente.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

30. Cam Caddie Scorpion EX Professional Handheld Camera Stabilizer

Un fotografo professionista conoscerà fin troppo bene la frustrazione di “mano tremante” o superfici irregolari per stabilizzare una macchina fotografica. A volte un treppiede è troppo fastidioso, specialmente se ti muovi spesso in una ripresa. È qui che entra in gioco lo stabilizzatore Caddy Scorpion per camme. Questo modello ha piedini filettati che possono essere utilizzati per DSLR, videocamere, videocamere e videocamere per sport d’azione. Pesa circa 20 libbre, il che lo rende abbastanza leggero per la portabilità. Questo è un fattore piuttosto importante, soprattutto se prevedi di utilizzare il supporto per le spalle per sfruttare l’attrezzatura mentre esegui i tuoi scatti.

Viene fornito con adattatori per smartphone e GoPro, una slitta per accessori e quattro manopole di montaggio filettate 1 / 4-20. Per le foto che devono essere scattate con le dita, lo stabilizzatore ha un’impugnatura tattile formulata su misura per un funzionamento efficiente. Questo è un ottimo pezzo di kit, in particolare per le riprese di azioni fluide, in cui è necessario un obiettivo costante per ottenere la migliore sensazione del movimento.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

31. Kodak PRINTOMATIC Digital Instant Print Camera

C’è qualcosa di speciale nelle foto istantanee. Non sono la migliore risoluzione, non lo sono mai stati. Sono di taglia unica, adeguati ma non grandi. Esiste una tecnologia molto migliore là fuori per scattare foto, tutte queste cose sono vere. Tuttavia, la foto istantanea rimane vicina al cuore di molti appassionati e artisti. Le ragioni sono ampie e approfondire richiederebbe un altro post. Per farla breve, per coloro che sono fan della foto istantanea, Kodac Printomatic è un ottimo investimento. Sfrutta tutta la nostalgia della vecchia Polaroid anni ’80 della skool e mescola la tecnologia del 21 ° secolo.

Kodak Printomatic Instant Camera consente di stampare istantaneamente 2 “da 3” foto a colori o in bianco e nero. La risoluzione di 10 MP non è rivoluzionaria ma più che adeguata per la creazione di memorie. L’apertura è f / 2 e sono presenti indicatori di batteria scarica, carta in esaurimento e memoria di memoria insufficiente. Inoltre viene fornito con una batteria ricaricabile agli ioni di litio integrata.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

32. Gogloo Video Camera on Glasses

regali per Fotografi

Hai mai avuto un momento di adrenalina, un’impresa che sfida i pericoli o un incontro eccezionalmente esilarante che avresti voluto catturare con la macchina fotografica? Queste cose di solito arrivano in momenti in cui tenere una macchina fotografica non è pratico, o accadono all’improvviso, a caso. Per alcune cose, puoi pianificare e l’uso di Go Pro e prodotti simili offre un ottimo modo per ciclisti, snowboarder e altri di sfruttare le immagini in prima persona a mani libere. Ma ora, invece di legarti una telecamera alla testa, puoi ospitarne una in un set molto pratico di occhiali da sole.

Questi occhiali da sole polarizzati di Gogloo sono dotati di una fotocamera HD 1080P. Il sensore CMOS è da 10 MP e il grandangolo è eccezionale per la registrazione diretta di sport e attività. Gli occhiali sono eleganti con una montatura leggera. Perfetto per catturare quei momenti che vuoi conservare per sempre.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

33. Samsung Gear 360 Real 360° High Resolution VR Camera TrackR pixel Black

regali per Fotografi

Questa fotocamera compatta a 360 ° è un ottimo regalo per chi ama le avventure all’aria aperta. È piccolo e leggero, facile da portare con te in tutte le tue avventure. Ti danno la possibilità di realizzare video a 360 ° o scatti a 180 ° utilizzando l’obiettivo grandangolare. La fotocamera è resistente alla polvere e all’acqua con grado di protezione IP68. Puoi usarlo in tutte le stagioni. Per ottenere il massimo da questa fotocamera Samsung Gear VR, vorrai avere un telefono Samsung compatibile. Ciò è necessario se si desidera mantenere aggiornati il firmware e il software.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

I migliori regali per fotografi oltre i 100€

34. Fujifilm Instax Mini 90 Neo Classic Instant Film Camera

regali per Fotografi

La Fujifilm Instax Mini 90 Neo Classic Instant Film Camera è la fotocamera perfetta per i neofiti dell’hobby della fotografia. Puoi conservare questa minuscola fotocamera in quasi tutti i luoghi, inclusa una borsa o uno zaino. I neofiti della fotografia che vogliono semplicemente scattare splendide foto e non preoccuparsi di regolare costantemente i dettagli adoreranno il fatto che questa fotocamera rilevi automaticamente la luminosità. Una volta che la fotocamera determina la luminosità, regola automaticamente anche il flash e la velocità dell’otturatore. La “Modalità bambini” attiverà una velocità dell’otturatore perfetta per catturare bambini e animali domestici che non vogliono restare fermi a scattare una foto.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

35. Holga Filter Wheel

regali per Fotografi

Se stai cercando un filtro per la tua fotocamera DSLR, non troverai set di filtri migliori della Holga Filter Wheel. Questi filtri si montano facilmente sulla parte anteriore della DSLR e non richiedono strumenti aggiuntivi per l’installazione. La ruota ha nove diversi effetti di colore insieme a nove diversi prismi. Passare a un nuovo filtro è facile come ruotare la ruota con il dito indice.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

36. Jumbl 5 Mega Pixel 35mm Film Slide and Negative Scanner

regali per Fotografi

Lo scanner per diapositive e negativi per pellicola Jumbl 5 Mega Pixel da 35 mm converte i negativi delle pellicole in immagini digitali in pochi secondi. È possibile utilizzare sia diapositive a colori che monocromatiche con questo dispositivo e convertirle in formato JPEG. Lo schermo LCD a colori consente di vedere la foto digitale prima di salvarla sulla scheda di memoria. Il dispositivo non richiede software aggiuntivo o persino un PC da utilizzare.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

37. MeFoto Backpacker Travel Tripod Kit With SideKick360 Smartphone Tripod Adapter

regali per Fotografi

Il kit treppiede da viaggio Backpack MeFoto è un prodotto incredibilmente compatto, versatile e ben costruito. Durante il trasporto, le gambe del treppiede possono essere ripiegate di 180 gradi, permettendole di essere riposte in uno spazio incredibilmente compatto. I materiali sono incredibilmente leggeri ma allo stesso tempo molto resistenti. L’adattatore per treppiede per smartphone SideKick360 aggiuntivo fornito con il kit è un treppiede leggero progettato esplicitamente per il tuo iPhone o smartphone Android. Questo adattatore per treppiede si fissa saldamente allo smartphone e può scattare foto con orientamento orizzontale e verticale. Questo treppiede presenta una base piatta e spessa che non scivolerà, indipendentemente dalla superficie su cui lo appoggi.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

38. Lomography Lomo’Instant Wide Combo Central Park

regali per Fotografi

Una macchina da presa istantanea è un grande regalo per un fotografo e la fotocamera Lomography Combo è la scelta perfetta. Ha una lente ultra ampia, ravvicinata e splitter in modo da poter catturare ogni momento in modo creativo. È facile da usare; questo lo rende una buona scelta per i principianti. È anche in grado di completare funzioni complesse per consentire ai professionisti di divertirsi fotografando ogni pezzo. La fotocamera consente esposizioni lunghe e multiple ideali per diverse situazioni di ripresa. Inoltre, puoi ottenere un tocco artistico giocando con i gel colorati.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

39. Autel Robotics X-Star Premium Drone

regali per Fotografi

Se tu o qualcuno che conosci è interessato alla fotografia aerea, allora potresti prendere in considerazione l’acquisizione dell’X-Star Premium Drone. È dotato di una fotocamera 4K che offre una vista live HD di qualità di 1,2 miglia. La fotocamera ha anche uno stabilizzatore gimbal a 3 assi a sgancio rapido. Viene fornito in una custodia semi-dura arancione e bianca, resistente agli schizzi e con cerniera. Il drone include anche modalità di volo autonome che ti consentono di controllarlo tramite l’app StarLink. L’app è compatibile con iOS e Android. Puoi usarlo sia per le riprese in interni che in esterni grazie al GPS / GLONASS. Ha una protezione dalle interferenze e un sistema di posizionamento.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

40. Ricoh Theta V 4k 360 Spherical Camera

regali per Fotografi

La fotocamera sferica Theta V 4K a 360 ° di Ricoh misura 1,78 pollici L x 5,14 pollici H x 0,90 pollici D. È ultra-compatta per facilità di conservazione e trasporto. Se si riprendono video con questa fotocamera, la risoluzione sarà 3840 x 1920/1920 x 960. Per le foto la risoluzione è 5370 x 2688. È possibile scattare ciascuna a 360 ° e il supporto del formato file è H.264. La versione remota è compatibile CA-3. Inoltre viene fornito con un micro USB e jack per microfono.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

41. Orion Adventures in Astrophotography Bundle

regali per Fotografi

Questo è il regalo giusto per tutti i fotografi che desiderano scattare fantastiche foto astratte. Ha letteralmente tutto il necessario per la tua avventura. Con esso, puoi scattare foto sensazionali eteree della Via Lattea nuvolosa, forse anche Andromeda o la Nebulosa di Orione. Devi solo montare la videocamera (che devi procurarti separatamente) sul supporto equatoriale EQ-1 fornito con il pacchetto Orion Adventure. L’azionamento del motore e il perno filettato da ¼ di pollice 20 ti aiutano a seguire le stelle per ottenere scatti impressionanti anche con un’esposizione molto lunga. Tutti gli articoli inclusi sono facili da usare, questo fa davvero una grande aggiunta a qualsiasi kit di astrofotografi.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

42. Orion 5587 1.25-Inch H-Alpha Extra-Narrowband Filter

regali per Fotografi

Se vuoi davvero catturare la gloria nascosta del cielo notturno, allora devi avere un filtro a banda stretta extra H-Alpha nel tuo kit. A meno che tu non sia abbastanza fortunato da vivere in una zona di “cielo scuro” con poco inquinamento luminoso, allora è probabile che non sai nemmeno cosa ti stai perdendo quando guardi in alto. Abbastanza letteralmente. Anche se vivi in una zona di “cielo oscuro”, per lunghe parti del mese la luna fornisce abbastanza inquinamento luminoso da rovinare la notte a chiunque cerchi di catturare un’immagine al di fuori del nostro sistema solare. Bene a questo proposito, il filtro Orion 5587 da 1,25 pollici a banda stretta H-Alpha è un punto di svolta.

Il filtro consente solo attraverso una banda di luce molto stretta, progettata specificamente per catturare nebulose del cielo profondo. L’inquinamento luminoso, anche dalla luna, viene bloccato e il contrasto viene potenziato per fornire immagini straordinarie in campo profondo. Faresti fatica a vedere queste nebulose ad occhio nudo, figuriamoci a catturarle sulla fotocamera senza questo tipo di obiettivo. Un must per l’astrofotografia.

43. Astromania 1.25″ Astrophotography Flip Mirror

regali per Fotografi

Un altro bel regalo per ogni aspirante astrofotografo, si presenta sotto forma di Flip Mirror Astromania da 1,25 ″. Questo eccezionale kit di piccole dimensioni rende la centratura del telescopio e dell’obiettivo della fotocamera un gioco da ragazzi. Può essere davvero frustrante cercare di allineare tutto perfettamente tra lo spettatore, l’ambito e la fotocamera. Spesso sono necessari molti scatti per ottenere il contrasto, la messa a fuoco e l’esposizione giusti. Bene, questo piccolo adattatore elimina molto il dolore dal processo. Se impostato correttamente, l’immagine che si desidera acquisire verrà posizionata direttamente al centro del campo visivo. È possibile utilizzare il focheggiatore elicoidale per portare la fotocamera e l’oculare in un parafocale. Ciò integrato dall’immagine di precisione assicura che le foto scattate siano sempre nitide. Queste funzioni lavorano insieme per aiutarti a ottenere il giusto punto AF e il posizionamento dell’immagine. Un kit davvero prezioso.

Regali Per Fotografi per Bambini

La fotografia non è solo un hobby per gli adulti; ci sono molti regali per fotografi anche per i bambini. Questi regali per fotografi sono una scelta eccellente per introdurre i bambini nel mondo della fotografia. Dalle fotocamere di avviamento ai libri che aiuteranno un bambino a imparare a scattare una foto perfetta, in questo elenco troverai un eccellente regalo fotografico per tuo figlio.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

1. LEGO 3MP Digital Camera

regali per Fotografi

La fotocamera digitale LEGO 3MP è perfetta per i fanatici di LEGO che vogliono fotografare le sue creazioni preferite. L’esterno di questa fotocamera sembra costruito interamente con mattoncini LEGO mentre l’interno ospita una tecnologia di alta qualità. Questa fotocamera digitale da 3 MP vanta uno schermo LCD a colori da 1,5 pollici e persino un flash incorporato. La porta USB consente a tuo figlio di collegare questa fotocamera a qualsiasi computer e condividere le sue foto sui social media.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2. DIY Pinhole Camera

regali per Fotografi

La Pinhole Camera fai-da-te è un regalo eccellente per i bambini dai 12 anni in su. Non solo offre ai bambini una fotocamera fantastica, ma mostra anche come funziona lasciandoli costruire da soli. Questa fotocamera offre quattro diverse impostazioni dell’immagine, incluso un filtro per la messa a fuoco soft. La Pinhole Camera fai-da-te è perfetta per i selfie grazie al foro stenopeico. Il design a conchiglia è allo stesso tempo robusto e resistente, garantendo che questa fotocamera non si rompa dopo poche foto.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

3. Spy Gear Panosphere 360-Degree Spy Cam

regali per Fotografi

Con Spy Gear Panosphere Spy Cam a 360 gradi, i tuoi bambini possono vivere le loro fantasie di essere un agente segreto. La fotocamera non è solo un giocattolo, racchiude alcune incredibili funzionalità che in genere si trovano su fotocamere di alta qualità per adulti. Questa telecamera spia è in grado di registrare video panoramici a 360 gradi e ha spazio di archiviazione sufficiente per registrare fino a 10 minuti di video o 2.000 foto ad alta definizione. Con tre accessori inclusi nella confezione, i tuoi bambini possono posizionare questa telecamera spia in qualsiasi numero di posizioni, anche sul soffitto o sui loro vestiti.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

4. VTech Kidizoom DUO Camera

regali per Fotografi

La VTEC Kidizoom DUO Camera utilizza una combinazione di colori rosa e viola che le ragazze adoreranno. Questa elegante fotocamera offre molto più di un semplice aspetto, poiché racchiude anche una serie di funzioni. I due obiettivi di questa fotocamera lo rendono un ottimo dispositivo per catturare sia scatti di gruppo di grandi dimensioni che selfie intimi. Le funzioni di registrazione vocale consentono a tuo figlio di raccontare i suoi filmati domestici. Per aiutare a preservare le batterie, la VTech Kidizoom DUO Camera si spegne automaticamente dopo essere rimasta inattiva per più di tre minuti.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

5. The Kids’ Guide to Digital Photography

regali per Fotografi

Fare uno scatto eccezionale non si limita a indicare e scattare, e la “Guida per bambini alla fotografia digitale” fornirà ai tuoi figli le conoscenze di cui hanno bisogno per scattare foto incredibili. Questo libro non mostra solo ai bambini come fare foto meravigliose; fornisce inoltre indicazioni su come modificare le foto e su come condividerle correttamente con i social media.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

6. Photo-opoly

regali per Fotografi

Photo-opoly è un riff sul classico gioco di Monopoli. Invece di popolare il tabellone di gioco con posizioni da tutto il mondo, Photo-opoly riempie il tabellone con le tue foto. Prima che inizi il gioco, personalizzerai il tabellone di gioco con le foto della tua fotocamera digitale stampandole e attaccandole al tabellone. Questo livello di personalizzazione garantisce che ogni gioco di Photo-opoly sia una nuova esperienza.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

7. Holy Stone HS160 Shadow FPV RC Drone

regali per Fotografi

Con questo drone, un aspirante fotografo per bambini apprezzerà il feed video live della videocamera Wi-Fi HD 720P e allo stesso tempo i semplici controlli che rendono facile e divertente la fotografia aerea. Dispone di un giroscopio a 6 assi 4CH da 2,4 GHz e viene fornito con 4 modalità di velocità che vanno dal basso all’alto. Questo rende il drone una scelta ideale per principianti e bambini. La portata di trasmissione Wi-Fi di questo drone è di circa 30 metri. Tuttavia, il raggio d’azione del trasmettitore è compreso tra 50 e 70 metri. Per avviare il drone, devi solo premere un tasto, è compatto, facile da usare e un ottimo modello di partenza per i bambini che desiderano utilizzare droni e fotografia aerea.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Canon 70D – Recensione

La Canon 70D è la fotocamera Canon destinata ai fotoamatori più appassionati. Va a sostituire la Canon 60D, ed è dotata di svariati miglioramenti che la distinguono dalle sue colleghe come la Canon EOS 700D. Il mirino è decisamente più grande, ci sono un sacco di pulsanti a funzione singola, uno schermo LCD sulla parte superiore della fotocamera e la doppia manopola per regolare l’esposizione manualmente. E’ più veloce sia della 700D che della 60D, con uno scatto continuo a 7fps in grado di scattare 108 Jpegs o 16 RAW prima di andare in buffering.

  Non abbiamo fatto una recensione della 80D, ma a grandi linee, aggiunge un nuovo sensore a risoluzione più alta con un autofocus leggermente migliorato, e canon ha aggiunto l’abilità di usare l’autofocus continuo durante il live view ed una modalità 60fps per il video. Si sente ancora la mancanza di caratteristiche video professionali e del 4K. Vale la pena di spendere i soldi extra per la 80D? Solo se avete DAVVERO bisogno dell’autofocus in modalità live view, altrimenti prendete la 70D. Allo stesso modo, ora che la 7D è stata sostituita dalla 7D MKII, potete acquistare l’originale per meno del costo del corpo 70D in alcuni casi.

Extra

Mentre la 70D ha più pixels, uno schermo articolato ed è più nuova, la 7D ha controlli più professionali, display LCD sulla parte superiore del corpo macchina ed un prezzo più basso. Ad ogni modo a nostro avviso la 70D rimane la scelta migliore per la maggior parte delle persone.   La risoluzione da 20 megapixel è la più alta ad oggi per un sensore APS-C, e il design del sensore è radicalmente differente rispetto a tutto cià che abbiamo visto prima. Ogni pixel non solo misura l’intensità della luce, ma anche la direzione. Ciò aiuta il sensore a performare la funzione del comparatore di fase (phase detect), che va non solo a capire se l’immagine è messa a fuoco, ma anche se non lo è, quanto è sbagliato.

Ciò significa che la camera è in grado di andare direttamente al fuoco giusto invece di andare avanti e indietro alla ricerca della messa a fuoco.   Abbiamo già visto questa funzione prima, ad esempio sulla EOS 700D. Comunque, le implementazioni precedenti erano limitate ad alcuni punti di autofocus sparsi sul sensore. Ciò che rende speciale la 70D è che ogni singolo pixel contribuisce alla comparazione di fase. Canon dichiara che l’80% del frame è coperto da questa funzione.  

Canon EOS 70D

Testandola con il 18-135 STM, i benefici si sono fatti immediatamente notare. Ci abbiamo messo circa mezzo secondo per mettere a fuoco e scattare una foto in live view, che è diventato circa un secondo con scarsa illuminazione. Il doppio più veloce rispetto alla 700D, e circa 5 volte più veloce della 60D.

E’ un risultato eccezionale, ma ci chiediamo se sarebbe potuto essere anche più veloce. Solitamente si impiegava meno di 0.2 secondi tra quando abbiamo premuto il pulsante di scatto e sentito il doppio bip di conferma della messa a fuoco, ma poi ci sono voluti circa 0.3 secondi perchè si azionasse effettivamente il meccanismo di scatto. Premere a metà lo shutter per mettere a fuoco e scattare successivamente premendo completamente rimuove questo tempo morto di attesa. Abbiamo calcolato 2.1 secondi tra uno scatto e l’altro in live view, che è significamente più lento rispetto ai 0.4 secondi ottenuti utilizzando il mirino.

Conclusioni

Il morale della favola è che la modalità live view si è rivelata molto più utile sulla 70D che rispetto a qualsiasi reflex digitale Canon (o Nikon o Pentax). Complice anche il fatto che lo schermo è articolare, ed è possibile muoverlo in tutte le direzioni, una feature purtroppo assente sulla Nikon D7100 e le reflex full frame Canon e Nikon.

Canon EOS 70D

Il touch dello schermo è discretamente sensibile, risultando estremamente semplice spostare il punto di messa a fuoco sullo schermo, proprio come fareste sul vostro smartphone. Il touch migliora anche la navigazione all’interno dei menu.

La Canon 70D da il massimo in termini di velocità utilizzando il mirino. Andiamo quindi a vedere se ci sono stati miglioramenti anche da questo punto di vista. I 9 punti autofocus della 60D sono stati sostutuiti dai 19 punti già visti in precedenza sulla EOS 7D. Tutti i 19 punti sono a croce per una sensibilità maggiore, e sono estremamente veloci e precisi anche in situazioni di scarsa luminosità. C’è un nuovo pulsante vicino alla manopola per espandere l’area attiva.

STA SUCCEDENDO ADESSO

Il Wi-Fi è integrato, con le stesse funzioni già viste sulla Canon EOS 6D. Includono scatto da remoto tramite smartphone, con l’accesso alle regolazioni dell’esposizione e la possibilità di spostare l’autofocus. L’app è anche in grado di accedere alla card all’interno della fotocamera per vedere le preiew in full screen delle foto complete di dati EXIF, è possibile inoltre classificarle tramite stelle fi valutazione.

Canon EOS 70D

Abbiamo apprezzato come la modalità di scatto in remoto ed il browsing delle immagini sono accessibili senza bloccare i controlli della camera. Le foto sono comparse all’interno dell’app circa 2 secondi dopo lo scatto, permettendoci di utilizzare un iPad per riguardare gli scatti in dettaglio.

Canon EOS 70D

CONCLUSIONI

La Canon 70D è una reflex decisamente impressionante, e la nuova tecnologia basata sul sensore dell’autofocus è un grosso passo in avanti. La sua rivale più vicina è la Nikon D7100, ma abbiamo preferito la Canon per la sua performance maggiore in modalità continua, il touchscreen articolare, live view superiore, autofocus in video e wi-fi integrato.

Alternative

La sorella full-frame EOS 6D e Nikon D600 non sono molto pià costose, ma mentre le loro performance in scarsa luce sono in un’altro mondo, i loro sistemi di autofocus sono in qualche modo sotto-performanti, più lenti in modalità continua e non hanno l’LCD articolato.

La Panasonic GH3 batte la 70D per l’utilizzo serio del video, ma la 70D vince per quanto riguarda la qualità delle foto. Nessuna delle due rimane particolarmente indietro rispetto all’altra comunque, è semplicemente una questione di priorità. Se la tua priorità è scattare foto , tra tutte queste fotocamere la scelta migliore a nostro avviso è decisamente la 70D.

Clicca qui per leggere le specifiche dettagliate della Canon EOS 7D su Amazon.it

Fujifilm Instax Mini 9 Recensione

Questo Instax entry-level potrebbe essere solo la perfetta introduzione alla fotografia istantanea…

Che cos’è Fujifilm Instax Mini 9?

Le fotocamere Instax sono state un punto di partenza sicuro per chiunque sia interessato alla fotografia istantanea per la maggior parte degli ultimi trent’anni e la Fujifilm Instax Mini 9 potrebbe essere la più intuitiva di sempre.

La fotocamera entry-level di Fuji è economica, facile da usare e non ti sovraccarica di funzioni o accessori. È più interessato a catturare chiaramente il momento che a fornire un’estetica lo-fi e dovrebbe fare appello a chiunque sia nuovo sul supporto, così come a coloro che sanno esattamente cosa stanno facendo.

Fujifilm Instax Mini 9

La fotocamera ha un prezzo di £ 75 molto ragionevole e include un pacchetto di dieci foto di pellicola Instax Mini per iniziare. Il film Instax è ora così onnipresente che persino i produttori rivali lo usano, rendendolo più affermato (ed economico da acquistare) rispetto all’alternativa di Polaroid Originals.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm Instax Mini 9 – Design e caratteristiche

Potrebbe essere modellato in plastica e il grosso design a forma di bolla lo rende un po ‘simile a un giocattolo, ma Mini 9 non sembra economico. Carica un pacco di pellicola e ha anche una quantità rassicurante di peso.

L’impugnatura bulbosa semplifica la presa e il tiro con una sola mano e la cinghia inclusa dovrebbe impedire eventuali scivolamenti o cadute. C’è anche uno specchio selfie sul barilotto dell’obiettivo, che rende gli autoritratti un po ‘meno imperdibili rispetto all’instax Mini 8 in uscita.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm Instax Mini 9

Ci sono ingannevolmente pochi controlli, senza nemmeno un filo del treppiede sul fondo della fotocamera, sebbene il Mini 9 sia più intelligente di quanto sembri. Premere il pulsante per il cilindro dell’obiettivo e l’obiettivo si estende meccanicamente, accendendo la fotocamera e preriscaldando il flash.

Un LED sulla canna indica la quantità di luce disponibile e si ruota semplicemente l’obiettivo per adattarlo alla migliore esposizione possibile.

Allineare gli scatti può essere un po ‘complicato a causa del minuscolo mirino. Ha un punto di guida al centro, ma questo non tiene conto dell’effetto di parallasse, che può portare ad alcuni colpi fuori centro. È qualcosa a cui ti adatterai rapidamente dopo le tue prime foto, ma qualcosa da tenere a mente.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm Instax Mini 9

L’unico altro pulsante è l’otturatore: allinea il tuo scatto, dagli una stretta e la tua stampa viene espulsa dalla parte superiore della fotocamera.

Il vassoio del film viene tenuto in posizione con una clip forte e un indicatore sul retro mostra quanti scatti rimangono nel pacchetto corrente, quindi non si apre il vassoio accidentalmente e si rovina il resto del pacchetto.

Fuji è generoso con il suo bundle, che include una confezione da dieci pellicole e due batterie AA nella confezione, insieme all’attacco per obiettivo ravvicinato che si aggancia in posizione all’estremità del corpo dell’obiettivo. Questo è tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare a scattare.

Fujifilm Instax Mini 9 – Performance e Qualità Immagini

Molte fotocamere istantanee creano un effetto esagerato e sognante con le loro foto, ma la Mini 9 non è assolutamente una di quelle fotocamere. Lo stile di Fuji è molto più simile al film tradizionale, con colori accurati e acquisizioni realistiche.

Ottieni l’esposizione corretta e le tue foto avranno colori vibranti e molti dettagli. Gli scatti tendono ad avere un po ‘di atmosfera vintage, ma molto meno delle macchine fotografiche concorrenti, e qualsiasi vignettatura visibile è solo lieve.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm Instax Mini 9

La messa a fuoco è quasi sempre accurata, per far fronte a qualsiasi distanza superiore a 2 m dalla fotocamera. L’accessorio per il primo piano opzionale è più incostante, funziona meglio per oggetti tra 30 e 60 cm di distanza; più vicino o più lontano e i tuoi scatti finiranno sfocati.

Per quanto cerchi di tenere la mano quando si tratta di esposizione, Mini 9 non è infallibile. Prima di tutto, i LED di misurazione si trovano in una posizione scomoda, costringendoti ad allineare lo scatto usando il mirino, tenere la fotocamera in posizione, quindi spostare la testa per verificare che l’esposizione sia impostata correttamente, quindi ricontrollare la composizione e prendere ogni colpo.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm Instax Mini 9

E anche allora, la misurazione viene misurata dal corpo della fotocamera, non dall’obiettivo, quindi a volte può essere respinta da scene ad alto contrasto. Luoghi all’aperto con molta ombra suggeriscono comunque l’impostazione “Molto soleggiato”, portando a scatti sottoesposti se si seguono semplicemente le istruzioni. Questo è praticamente garantito per catturare fotografi istantanei per la prima volta.

Inoltre non c’è modo di disabilitare il flash, se non quello di coprirlo con la mano, il che è imbarazzante se hai in mente uno scatto particolare.

Una volta che ti sei adattato a questi difetti, la Mini 9 può comunque produrre foto istantanee di alta qualità.

Perché acquistare Fujifilm Instax Mini 9?

Se non hai mai provato a girare film istantanei prima, Mini 9 è un ottimo punto di partenza. Non crea le foto esagerate e lo-fi che potresti trovare da una fotocamera Lomography, ma non ha obiettivi e accessori extra superflui da portare in giro.

È facile da usare e ti tiene anche la mano quando si tratta di misurazione e esposizione, il che, sebbene non sempre perfetto, significa che è ancora vicino al punto e scatta quanto le fotocamere istantanee. Il prezzo accessibile lo rende la scelta ovvia per i principianti.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm Instax Mini 9

Acquista 10 pacchetti in isolamento e Instax Mini non è la forma di film istantaneo più economica in assoluto, ma i pacchetti gemelli e gli acquisti in blocco riducono il prezzo di ogni foto a meno di 70 p, un grande risparmio rispetto alle fotocamere concorrenti.

Mentre manca le funzionalità avanzate e gli extra che potrebbero piacere ai fotografi più esperti, per tutti gli altri questo è il modo ideale per iniziare con il film istantaneo.

Verdetto

Instax Mini 9 ha praticamente tutto ciò che vorresti iniziare con il film istantaneo e niente di ciò che non vuoi. Le stampe sono piccole e l’esposizione a volte è una sfida, ma anche con alcuni piccoli difetti questa è la fotocamera di avviamento ideale per chiunque sia nuovo sul supporto.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Fujifilm Instax Mini 9 – I Rivali

Polaroid Originals OneStep+

Polaroid Onestep+

Più del doppio del prezzo del Mini 9 una volta acquistato un film per inserirlo, ma OneStep + è molto più flessibile grazie al Bluetooth integrato e un’app intelligente. Se vuoi più delle basi, questo è un passo sensato, anche se i pacchetti di film sono più costosi di quelli di Fuji.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Lomography Diana Instant Square

Lomography Diana Instant Square

Solo leggermente più costoso della Mini 9, ma in grado di scattare foto Instax Square più grandi, la Diana ha anche l’aspetto della firma di Lomo, il che significa scatti sognanti e attenuati che potrebbero essere o non essere a fuoco. Non uno per i puristi della fotografia, ma distintivo lo stesso. Disponibile anche con una tonnellata di accessori.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Le migliori fotocamere per bambini

Sia che si tratti di divertimento istantaneo o di apprendimento a lungo termine, avrete bisogno di una  fotocamera resistente, pratica ed economica.

Dunque quali le migliori fotocamere per bambini? Beh, dipende sicuramente dalla loro età, l’utilizzo della fotocamera, e sicuramente del budget a vostra disposizione. Alla fine si riduce tutto a quattro cose fondamentali: divertimento, facilità d’uso, prezzo e robustezza/durata nel tempo.

Primo, il prezzo. Potete spendere veramente poco per una compatta da principiante per un bambino, la linea IXUS di Canon e Coolpix di Nikon offrono polte, molte opzioni. Le Sony Cybershot sono anch’esse sottili, leggere e perfette per le mani piccole dei bambini.

Naturalmente, per i bambini più piccoli, la cosa importante è il fattore divertimento. Piuttosto che la scheda tecnica, e la linea enorme di fotocamere istantanee Fujifilm è perfetta per questo scopo. Queste fotocamere daranno la soddisfazione immediata ed infinite possibilità creative ai vostri piccoli fotografi. Tenete però presente il costo dal momento che le pellicole di ricambio verranno esaurite in fretta.

Fujifilm è la massima esperta in fatto di fotocamere istantanee: le nuove Fujifilm Instax SQUARE SQ10 è ottima e facile da usare. Potrete prendere anche la Instax Square SQ6.

Per un utilizzo più a lungo termine – ed una fotocamera che i vostri bambini possano portare in vacanza con loro. Sono facili da usare, resistenti all’acqua e spesso agli urti e continueranno a funzionare anche una volta trascinate in mare o fatte cadere sul pavimento.

Per i ragazzini più grandi tuttavia, e quelli seriamente intenzionati ad intraprendere l’hobby della fotografia, il valore di una reflex è difficile da eguagliare. E ne abbiamo selezionata qualcuna anche qui.

Ecco quindi le nostre scelte tra una varietà di categorie. Incluse alcune che potremmo non aver incluso nelle nostre altre classifiche ma ideali per i nostri ragazzi.

1. Fujifilm Instax Square SQ10

Fotografia istantanea per animare le feste, con qualche caratteristica extra che ci aspetteremmo da una digitale

Tipologia: Istantanea | Sensore: 1/4in | Megapixels: 3.7MP | Obiettivo: Fisso 28mm f/2.4 | LCD: 3in, 460,000 dots | Viewfinder: Ottico | Flash: Integrato | Consigliata per: Bambini e adulti

A parte il nuovo formato quadrato, la feature che ci colpisce di più di questa Fujifilm Instax Square SQ10 è la possibilità di rivedere ed editare i propri scatti tramite un piccolo schermo LCD sul retro della fotocamera. In precedenza, gli utilizzatori di Instax avrebbero dovuto puntare, scattare e sperare che tutto risultasse inquadrato ed esposto correttamente. Adesso, i vostri ragazzi potranno immagazzinare fino a 50 immagine nella memoria interna della fotocamera, o aggiungere una microSD per espanderne ulteriormente la memoria. Sarete quindi in grado di sistemare le immagini direttamente nella fotocamera e scegliere di stampare solo quelle ben riuscite, il che vi farà risparmiare un bel po’ di pellicole. Se siete semplicemente alla ricerca di una fotocamera che scatti foto istantanee però, Fujifilm offre opzioni più economiche come le classiche Instax Wide, Mini e Mini 90 Neo Classic.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2. Canon IXUS 185

Ultra-economica compatta slim con zoom 8x e sensore da 20 MP

Tipologia: Compatta | Sensore: 1/2.3in | Megapixels: 20MP | Obiettivo: 28-224mm f/2.43.2-6.9 | LCD: 2.7in, 230,000 dots | Video: 1280×720 | Consigliata per: Principianti

Se state cercando una fotocamera per principianti per i vostri bambini che non costi una fortuna, la linea IXUS di Canon è un ottimo posto dove cominciare a cercare. La IXUS 185 è un modello per principianti che arriva a 20MP grazie al suo sensore da 1/2.3polici. Ma lo zoom ottico 8x dovrebbe essere sufficiente per i giovani fotografi che vogliono scattare una varietà di soggetti. La sensibilità è limitata a ISO 100-ISO 1600 (massimo ISO 800 in modalità Auto), ma a questo prezzo,  è difficile trovare difetti a questa fotocamera che si rivelerà più che sufficiente come prima “fotocamera seria” per tanti giovani shooters. Per i più ambiziosi, il menu opzioni offre una varietà di filtri digitali con cui divertirsi a sperimentare. E mentre non è presente il video full HD, 720p è perfettamente ragionevole a questo prezzo. 

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

3. Sony Cyber-shot WX220

Un buon prezzo per una compatta con zoom 10x

Tipologia: Compatta | Sensore: 1/2.3in | Megapixels: 18.2 | Obiettivo: 25-250mm f/3.3-5.9 | LCD: 2.7in, 460k dots | Risoluzione video: 1920×1080 | Consigliata per: Bambini e adulti

Se la Canon IXUS 185 non vi soddisfa nel dipartimento delle specifiche tecniche, la Sony Cybershot WX220 forse farà più al caso vostro, anche se al doppio del prezzo. Il vantaggio principale che la fotocamera Sony offre rispetto alla Canon è lo zoom migliorato (ottico 10x), con un range focale di 25-250mm e Wifi integrato. La qualità delle foto è sicuramente impressionante, con ottimi dettagli e range dinamico, e ai più giovani piacerà il video a 1080p. E’ una fotocamera senza fronzoli, ma esteticamente bella, piccola e leggera ottima per i piccoli fotografi.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

4. Nikon Coolpix W300

Un’ottima scelta per i ragazzi più grandi che si vogliono godere qualche avventura subacquea

Tipologia: Compatta | Sensore: 1/2.3in | Megapixels: 16MP | Obiettivo: 24-120mm f/2.8-4.9 | LCD: 3in, 921,000 dots | Risoluzione video: 4K | Consigliata per: Bambini e adulti

Una fotocamera “rinforzata” è una scelta ovvia quando si parla dei membri più sbadati della famiglia, ma la Nikon Coolpix W300 è dotata di tante altre features. Con il video 4K, il GPS integrato, wifi integrato e pefino un altimetro e profondimetro incorporati, i vostri ragazzi si trasformeranno in piccoli James Bond. Impressionante anche lo schemo OLED a 921,000 punti, più il fatto che la fotocamera può funzionare fino a 30m di profondità, che la rende più che adeguata per un utilizzo al mare o in piscina. Un range di zoom piuttosto largo grazie ad un obiettivo interno che parte da 24mm e arriva fino a 120mm la rende adatta a tutte le situazioni, che si potrebbe rivelare perfetta per tutta la famiglia e non solo i bambini.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

5. Olympus Tough TG-5

Fotocamera rinforzata per le attività delle famiglie più vivaci

Tipologia: Compact | Sensore: 1/2.3in | Megapixels: 12MP | Lens: 25-100mm f/2.0-4.9 | LCD: 3in, 460,000 dots | Risoluzione video: 4K | Consigliata per: Bambini e adulti

Nella sua colorazione rosso acceso, la TG-5 brilla anche quando è semplicemente appoggiata sul vostro asciugamano, ed il suo look high.tech sicuramente colpirà i più piccoli. Non dovrete nemmeno preoccuparvi che si rompa, la qualità costruttiva è abbastanza da levarci la preoccupazione. La camera è piuttosto “grossa”, ma comunque in qualche modo ergonomica, che insieme all’ottimo posizionamento dei controlli, ne rendono semplice l’utilizzo in una varietà di situazioni e condizioni metereologiche. Questo piccolo pezzo di tecnologia può essere fatto cadere da un’altezza di due metri circa e continuare a funzionare perfettamente, e la ciliegina sulla torta è la possibilità di girare video 4K a 30fps.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

6. Fujifilm FinePix XP120

Fotocamera robusta adatta alla spiaggia come alla cameretta

Tipologia: Compact | Sensore: 1/2.3in | Megapixels: 16.4MP | Obiettivo: 28-140mm f/3.9-4.9 | LCD: 3in, 920,000 dots | Risoluzione Video: 1920×1080 | Consigliata per: Bambini e adulti

Forse non avrà tutte le specifiche offerte dalle sue rivali, ma ai membri più giovani della famiglia probabilmente interesserà poco, finchè è semplice da usare (e lo è) e fa il suo lavoro (lo fa). Sono inclusi una varietà di filtri divertenti da usare e la connettività wifi per il trasferimento delle immagini. Non avrete alcune delle features incluse nei modelli concorrenti, come il GPS ad esempio, ma questa fotocamera Fujifilm è probabilmente quella con il prezzo migliore. 

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

7. Ricoh WG-50

Dal design di un Transformer, la WG-50 sicuramente non dispiace ai ragazzini

Tipologia: Compact | Sensore: 1/2.3in | Megapixels: 16MP | Obiettivo: 28-140mm f/3.5-4.2 | LCD: 2.7in, 230,000 dots | Risoluzione video: 1920×1080 | Consigliata per: Bambini e adulti

Siamo viziati quando si tratta di possibilità di scelta per le fotocamere “rinforzate” adatte ad essere maneggiate da bambini senza la preoccupazione che vengano distrutte. I 16MP della Ricoh WG-50 hanno un desisgn distintamente sportivo e angolare, è resistente all’acqua fino ad una profondità di 14m, ed è resistente agli urti con una caduta da un’altezza di 1.6m. E non solo, ma è stata testata per sopportare lo schiacciamento fino a 100kg di peso. Aggiungete la protezione dalla polvere e la possibilità di scattare a temperature fino a -10°C, unite ad un obiettivo con zoom ottico 5x, e tutte le esigenze di base possono considerarsi soddisfatte, anche se il video è cappato a Full HD invece di 4K. La cosa che ci ha colpito di più tuttavia, è stata la presenza dei sei LED attorno all’obiettivo per illuminare i soggetti vicini, sia su terra che nelle profondità di una grotta.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

8. Canon EOS 200D

Ottima come introduzione alla “vera” fotografia per ragazzini più grandi e studenti

Tipologia: DSLR | Sensore: APS-C | Megapixels: 24.2MP | Obiettivo: via Canon EF mount | LCD: 3in touchscreen, vari-angle 1.04m dots | Viewfinder: Ottico | Velocità massima: 5fps | Risoluzione video: 1920×1080 | Consigliata per: Adolescenti e adulti

Ok, all’inizio non pensavate di regalare una reflex ai vostri bambini, ma questa opzione di Canon sicuramente soddisfa tre caratteristice essendo piccola, leggera e facile da usare per bambini in età scolastica e studenti. Comprende inoltre alcune caratteristiche “da grandi” come i 24.2MP di sensore e lo schermo LCD orientabile da 3pollici. Canon ha fatto con questa fotocamera un tentativo per tentare i “fotografi da smartphone” ad effettuare un upgrade verso una vera fotocamera. Le sue proporzioni la rendono perfetta per le mani più piccole ed i menu sono semplici e chiari. La qualità delle foto è anch’essa ottima, con bilanciamento del bianco accurato e colori belli saturi. Non è la reflex Canon più economica ma è la nostra preferita per dimensioni, features e utilità a lungo termine.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

9. Nikon D5600

La fotocamera junior D5600 è l’ideale per fotografi adolescenti più avanzati

Tipologia: DSLR | Sensore: APS-C | Megapixels: 24.2MP | Obiettivo: Via Nikon F mount | LCD: 3.2in touchscreen, vari-angle 1.037m dots | Viewfinder: Ottico | Velocità massima: 5fps | Risoluzione: 1920×1080 | Consigliata per: Adolescenti e adulti

Come la Canon EOS 200D, questa reflex Nikon per principianti offre una risoluzione relativamente alta a 24.2MP grazie al suo sensore APS-C, insieme ad un LCD touch leggermente più grande di 3.2pollici anch’esso orientabile. Come prima reflex venendo da uno smartphone si potrà rimanere indifferenti alla possibilità di girare video Full HD ma non 4K, ma il sensore più grande va a compensare per quanto riguarda la qualità video. L’obiettivo incluso 18-55mm è utile e compatto con soli 420g di peso è anche piuttosto leggero, mentre il corpo macchina spogliato di tutte le funzionalità extra è un singolo pezzo di policarbonato estremamente resistente. L’utilizzo è semplice quanto puntare e scattare, con il sistema di Autofocus Nikon a 39 punti estremamente veloce e accurato nella risposta. Farà venire voglia ai ragazzini di fare l’upgrade dal loro smartphone? Probabilmente si quando vedranno quello che si può fare con una reflex che con un telefono è impossibile.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

10. Polaroid OneStep 2

Una fotocamera adatta a bambini e bambinoni, con un fascino retrò.

Tipologia: Fotocamera instantanea | Obiettivo: 106mm | Viewfinder: Ottico | Focus modes: Macro, Normal and Landscape | Flash: Integrato | Self timer: Si | Consigliata per: Bambini e adulti

La maggior parte degli adulti ricordano la gloria del brand Polaroid nella loro infanzia. Quindi per questi ex bambini, che adesso sono dei bambini cresciuti, la OneStep 2 dovrebbe essere un acquisto facile. Con il noto brand ora di proprietà di un gruppo di appassionati che è entrata sul mercato producendo le pellicole ormai ritirate dal mercato (anche conosciuta come Impossible Project), la OneStep 2 abbraccia un design retrò ispirato alla OneStep originale degli anni 70, ed è altrettanto facile da usare. Produce immagini di formato grande, quadrato (pellicola Polaroid I-Type), ciò significa che pagherete leggermente di più per ogni stampa rispetto alle rivali Instax, ma se volete pagare per quel lusso, allora adorerete la OneStep2.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

11. VTech KidiZoom Duo

Aka “la mia prima fotocamera digitale”, la KidiZoom Duo è pensata per i bimbi più piccoli

Tipologia: Compatta | Sensore: 1/2.3in | Megapixels: 0.3MP | Obiettivo: Non specificato | LCD: 1.8in | Risoluzione video: 160×120 pixels | Consigliata per: Dai 3 anni in su

VTech produce una gamma di fotocamere dai colori brillanti, i bottoni grandi, tecnologia entry-level e gadget per bambini, e questa è la loro offerta per quanto riguarda il digitale. La qualità costruttiva è ottima, col suo design oversized e ricoperta di gomma è in grado di assorbire gli urti piuttosto bene. Mentre la fotocamera e i relativi controlli potrebbero risultare eccessivamente grandi per l’utilizzo a cui sarebbe destinata, le specifiche tecniche sicuramente sono di scarsissimo interesse per un fotografo appassionato, con foto qualità VGA 640×480 e video 160×120. Sul retro troviamo lo schermo da 1.8pollici per comporre e rivedere gli scatti in seguito, e potrete perfino giocare a uno dei 5 giochi inclusi nel software della fotocamera.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

12. Fujifilm Instax Mini 70

Un modo divertente ed economico per godersi un po’ di fotografia analogica istantanea

Tioplogia: Istantanea | Obiettivo: 60mm f/12.7 | Viewfinder: Ottico | Focus modes: Macro, Normal and Landscape | Flash: Integrato | Self timer: Si | Consigliata per: Adulti e bambini

Un’altro dei nostri prodotti preferiti, ed un modo economico per prendere familiarità con la fotografia istantanea analogica attraverso questa fotocamera esclusivamente analogica, che è leggermente più avanzata della Fujifilm Instax Mini 9, ma non altrettanto sofisticata come la Instax Square SQ10 di cui abbiamo parlato sopra. Dovrete inoltre controllare che i vostri bimbi non vadano con la mano ad oscurare il piccolo flash quando orientano la fotocamera verticalmente, a parte questo è ottima per i bambini in quanto totalmente automatica, compresa la messa a fuoco, l’esposizione ed il flash. C’è anche un piccolo specchio sul davanti per aiutare a scattare selfie centrando correttamente il volto. Per bambini, feste e tanto altro, questa fotocamera si rivela sempre vincente, a patto che i bimbi non si diano alla pazza gioia nel consumare pacchi e pacchi di pellicola.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Sony a6600 – Recensione : Autofocus Incredibile, Ergonomia Accettabile

La Sony a6600 è la fotocamera mirrorless APS-C top di gamma dell’azienda, con 24 MP di risoluzione e acquisizione video 4K. A prima vista assomiglia molto agli altri modelli della serie a6000 di Sony, ma questo ha la batteria più grande e la migliore qualità di costruzione del gruppo, anche se le immagini che produce sono ampiamente comparabili alle opzioni meno costose.

L’a6600 si differenzia ulteriormente offrendo la stabilizzazione delle immagini nel corpo, che è ancora una rarità tra le fotocamere APS-C. Questo dovrebbe aiutare con le riprese di foto in condizioni di scarsa illuminazione, per essere sicuri, ma si combina anche con un eccellente tracciamento della messa a fuoco automatica per renderlo il miglior sparatutto con sensore di crop che Sony attualmente vende.

Nonostante i suoi perfezionamenti, riteniamo ancora che la a6600 potrebbe beneficiare di alcuni aggiornamenti ergonomici per rendere più facile il controllo della fotocamera.

Caratteristiche principali:

  • Sensore CMOS APS-C da 24 MP
  • Autofocus avanzato e capace di tracciamento del soggetto
  • Stabilizzazione dell’immagine nel corpo
  • Mirino elettronico OLED da 2,36 M punti
  • Touchscreen inclinabile da 0,9 M punti
  • Wi-Fi per il trasferimento di immagini e NFC
  • Acquisizione video 4K con profili di registro
  • Ricarica USB
  • Durata della batteria da 810 colpi (secondo CIPA)

La Sony a6600 sarà disponibile il 29 novembre 2019, clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon.

Novità, come si confronta

La Sony a6600 è il seguito della a6500 e la aggiorna con alcuni dei miglioramenti osservati nei modelli di fascia bassa dell’azienda. Ma come abbiamo scritto in merito a questa serie di telecamere in precedenza, pensiamo ancora che ci siano altri aggiornamenti che Sony dovrebbe prendere in considerazione.

Aspetti chiave:

  • Implementazione del rilevamento autofocus leader del settore in termini di prestazioni e usabilità
  • La grande batteria offre la migliore durata della batteria di qualsiasi fotocamera mirrorless
  • La stabilizzazione dell’immagine a 5 assi all’interno del corpo renderà più fluidi i filmati video, inclusa la correzione del rollio per mantenere gli orizzonti diritti
  • La gestione è molto simile ad altre fotocamere a6x00, ma a6600 perde il flash pop-up

Autofocus

Come per i modelli a6400 e a6100 precedenti, a6600 offre l’ultima implementazione della messa a fuoco automatica di Sony, soprannominata “Real-time Tracking AF” nei materiali di marketing (si chiama semplicemente “tracking” nell’interfaccia della fotocamera).

Fondamentalmente, la a6600 è esperta nel rintracciare soggetti non umani, nonché volti umani, occhi e persino alcuni animali con quel tipo di tenacia che sarebbe stata la materia dei sogni irrealizzabili non molto tempo fa. Stranamente, questo tracciamento non è abilitato per impostazione predefinita, ma non è terribilmente complesso da configurare:

Come attivare il “Monitoraggio AF in tempo reale”

1) Premi il pulsante ‘Fn’ e cambia la ‘Modalità messa a fuoco’ da ‘AF-A’ a ‘AF-C’ (il tracking AF non è disponibile in modalità AF-A e AF-C è abbastanza affidabile da poter uscire la fotocamera in quella modalità per tutto il tempo).

2) Nel menu ‘Fn’, modifica l’impostazione ‘Focus Area’ in una delle modalità di tracciamento. Per fare ciò, scorrere fino alla fine dell’elenco e quindi premere sinistra e destra per selezionare il tipo di area di messa a fuoco che la fotocamera utilizzerà per identificare cosa tracciare. Consigliamo una delle seguenti:

  • Tracciamento Spot flessibile M – Se si desidera scegliere cosa tracciare, toccando lo schermo o puntando la fotocamera verso il soggetto (in modo che il punto AF sia inizialmente sul soggetto)
  • Tracciamento ampio: se si desidera che la videocamera scelga cosa tracciare. Dà la priorità alla persona più vicina o, se non ci sono persone, traccerà qualcosa di centrale nella tua scena e nelle vicinanze.

Stabilizzazione dell’immagine nel corpo macchina

Pur non parlando in senso stretto di una nuova aggiunta alla serie a6000, la a6600 eredita lo stesso sistema di stabilizzazione nel corpo del precedente a6500 (entrambi sono classificati CIPA a 5 stop di riduzione del tremolio con l’obiettivo Sony 55mm F1.8 ZA). Questo lo rende qualcosa di straordinario nello spazio APS-C e dovrebbe aiutare in particolare coloro che vogliono tenere a mano velocità dell’otturatore più basse per le foto o quelli che girano video portatili.

Corpo, maneggevolezza e controlli

Il design della a6600 è la partenza più radicale per l’allineamento che abbiamo visto finora, in quanto ha una presa riprogettata e un pulsante di funzione extra al posto del pulsante flash della a6500, poiché la a6600 ha perso il modello precedente in flash. E questo è tutto.

Tuttavia, quella presa riprogettata nasconde la batteria NP-FZ100 di Sony che utilizza l’ultima serie a7 di fotocamere full-frame. E sebbene sia solo una batteria, ne siamo rimasti davvero colpiti al suo rilascio perché era la prima volta che ci sentivamo finalmente liberati dall’equivalente fotografico dell ‘”ansia da autonomia” sulle fotocamere mirrorless. Grazie a questa batteria, la a6600 è classificata CIPA per oltre 800 scatti per carica, il che è molto. Questo è fondamentalmente il territorio della DSLR e alla a6600 dovrebbe ancora essere rimasta molta carica anche dopo diversi giorni di intenso utilizzo.

L’impugnatura che circonda la batteria è più profonda rispetto ai precedenti modelli a6x00. Ciò sarà particolarmente utile per maneggiare obiettivi più grandi, ma lo spazio tra l’impugnatura e tali obiettivi potrebbe essere ancora un po ‘angusto per le persone con dita più grandi.

Come accennato in precedenza, la a6600 è dotata di un pulsante personalizzato aggiuntivo, soprannominato C3, che si trova tra i menu e l’interruttore a bilanciere autofocus. È in un posto comodo e lo troviamo molto più facile da raggiungere rispetto ai pulsanti C1 e C2 esistenti nella parte superiore della fotocamera.

Il resto dei controlli è invariato, il che significa che si ottengono quadranti gemelli, ma entrambi devono essere azionati con il pollice. Preferiremmo che il quadrante superiore offrisse un po ‘più di “clickiness” e il quadrante jog posteriore fosse più pronunciato e meno complicato (Sony ha affrontato questo problema con le sue recenti fotocamere serie a7). Il pulsante di registrazione del filmato rimane in un posto scomodo e tutti i pulsanti rimangono abbastanza a filo, quindi può essere difficile farli funzionare con i guanti.

Parlando di guanti, la a6600 offre impermeabilità, che non è mai una brutta cosa. E, ultimo ma non meno importante, l’a6600 viene fornito con entrambe le porte per cuffie e microfono – una serie a6x00 prima – per aiutarti con la registrazione e il monitoraggio audio durante le riprese video.

Menu e Interfaccia

Come abbiamo visto con quasi tutte le recenti fotocamere Sony, pensiamo che i menu potrebbero usare un po ‘di lavoro. L’a6600 viene fornito con l’ultima implementazione (così come il precedente a6500) con schede con codice colore, ma siamo ancora confusi sul perché, ad esempio, qualcosa come “Func. di Touch Operation ‘- che controlla essenzialmente il funzionamento della messa a fuoco tramite il touchscreen – si trova in un menu Custom Operation2 e non in una delle sezioni AF.

Anche se provieni da un’altra fotocamera Sony con un sistema di menu dall’aspetto molto simile, tieni presente che le opzioni di menu sono probabilmente mescolate abbastanza da poter memorizzare nuovamente dove sono le cose. Ciò è aggravato dalla mancanza di segnali di navigazione per sottosezioni specifiche; in ogni caso, alla fine imparerai dove le cose hanno abbastanza tempo con la fotocamera. Consigliamo vivamente anche di sfruttare il “Mio menu” personalizzabile per le opzioni di menu più utilizzate.

Wi-Fi e connettività

L’a6600 può trasferire immagini e video clip tramite una connessione Wi-Fi a dispositivi iOS e Android utilizzando la loro app Imaging Edge Mobile. L’a6600 continua a venire con NFC (comunicazione near-field), che molti dei suoi concorrenti hanno abbandonato, ma consente un rapido accoppiamento con dispositivi compatibili semplicemente toccandoli insieme.

Ma NFC è probabilmente più necessario su questa fotocamera perché, anche se supporta una connessione Bluetooth al telefono per immagini con tag di localizzazione, una connessione Bluetooth costante non può aiutare ad avviare quella connessione Wi-Fi come la maggior parte degli altri concorrenti. Quindi, se non disponi di un dispositivo compatibile con NFC, il processo diventa un po ‘pesante e devi far funzionare sia la fotocamera che l’app.

Confronto

La maggior parte dei produttori di fotocamere offre offerte di sensori di colture di fascia alta intorno a un prezzo simile alla a6600, quindi ne abbiamo dato un’occhiata ad alcune qui.

La gamma di Sony è in qualche modo più complicata dalle somiglianze fisiche tra i suoi modelli.

Con lo stesso sensore e processore degli attuali a6400 e a6100, non dovrebbe sorprendere il fatto che a6600 produca una qualità d’immagine identica a quella di altri modelli – vale a dire, è dannatamente buono.

Punti chiave:

  • La a6600 produrrà immagini identiche alle telecamere a6400 e a6100 esistenti
  • L’output a colori predefinito di Sony sembra eccezionale, si è evoluto sin dalle prime fotocamere a6x00
  • L’otturatore elettronico silenzioso supera ancora a 1/4000 di secondo e può produrre artefatti

RAW

In tutta la scena, possiamo vedere che la a6600 si comporta in modo quasi identico alla a6400 in termini di acquisizione dei dettagli. X-T3 di Fujifilm cattura un livello di dettaglio simile (26MP contro 24MP è una differenza piuttosto banale), ma il suo design X-Trans riduce il falso colore ad alte frequenze molto più degli altri concorrenti qui. Come ci aspetteremmo, EOS M6 Mark II sfoggia più dettagli rispetto al resto in tutti questi confronti.

L’a6600 funziona molto bene con valori ISO più elevati e sebbene l’X-T3 abbia un rumore cromatico leggermente inferiore, mostra anche alcuni segni di riduzione del rumore sui suoi file Raw. Se normalizzato con la stessa risoluzione, l’M6 II si confronta abbastanza favorevolmente anche con le altre opzioni qui. Ai massimi valori ISO, i Sony iniziano a fare progressi rispetto ai loro pari, ma non è una differenza così grande che prenderemmo una decisione di acquisto basata su di esso.

JPEG

Passando a JPEG, possiamo vedere che non c’è un’enorme differenza tra queste fotocamere dal punto di vista cromatico. Preferiamo qui i gialli e i verdi più caldi e più profondi dell’X-T3, mentre la saturazione relativamente forte di Canon sarà una questione di preferenza. I rossi Canon sono i preferiti perenni, e mentre la a6600 rende anche un rosso gradevole – più del Fujifilm – ha una leggera sfumatura arancione che l’ammiraglia a7R IV dell’azienda non ha. Confronta l’a6600 con i precedenti modelli a6x00 e vedrai una serie di miglioramenti: i gialli in particolare sono diventati più caldi e meno verdi e i verdi sono diventati meno blu. Tuttavia, il blues mostra ancora un leggero spostamento del magenta.

La nitidezza JPEG è giudicata molto bene, come ci si aspetta da Sony. In confronto, la nitidezza del raggio maggiore di Canon estrae meno dettagli, ma ha meno artefatti nel testo rispetto alle altre opzioni qui. L’a6600 offre prestazioni davvero impressionanti in termini di conservazione dei dettagli praticamente ovunque; e la banconota è il punto in cui noterai la maggiore nitidezza del raggio di Canon, che lo rende un po ‘disservizio, con dettagli meno fini a livello di pixel rispetto ai concorrenti a bassa risoluzione. Le telecamere Sony continuano a guidare la concorrenza in termini di conservazione dei dettagli con l’aumento dei valori ISO.

Modalità otturatore

L’a6600 ha opzioni sia per un otturatore elettronico a tendina anteriore (EFCS) sia per un otturatore silenzioso, completamente elettronico. Entrambe queste opzioni, oltre al normale otturatore meccanico, vengono con i loro pro e contro.

L’unico motivo per cui utilizzeremmo l’otturatore normale e completamente meccanico è se stai usando un’apertura molto ampia e scatti con molta luce, e quindi richiediamo velocità dell’otturatore elevate (superiori a 1 / 2000s). Se rimani in modalità EFCS, scoprirai che i momenti salienti sfocati vengono troncati, il che può portare a uno sfondo più occupato e distratto che può persino apparire come se fosse stato girato con un numero F più piccolo. Il motivo per utilizzare EFCS e perché è abilitato per impostazione predefinita è evitare scosse dell’otturatore a velocità dell’otturatore più basse e ridurre al minimo il ritardo dell’otturatore.

Sfortunatamente, a differenza di alcuni concorrenti, la a6600 non prevede la commutazione automatica tra EFCS e l’otturatore meccanico a una determinata soglia di velocità dell’otturatore, quindi devi solo ricordare di passare da uno all’altro.

L’otturatore completamente elettronico è una buona opzione da avere per coloro che vogliono essere il più discreti possibile, ma sappi che il sensore nell’a6600, sebbene capace di una grande qualità dell’immagine, non è il più veloce da leggere. Ciò significa che potresti trovare l’E-shutter che provoca la formazione di bande di luce artificiale e se hai un soggetto in rapido movimento o stai effettuando una panoramica, è probabile che tu veda artefatti dell’otturatore. Alcuni concorrenti della a6600 utilizzano sensori più veloci e moderni che non soffrono di questi problemi in modo grave.

Autofocus e performance

La a6600 ottiene la più recente tecnologia di tracciamento autofocus di Sony, che è stata vista per la prima volta nei modelli a6400 e a6100. Ciò rende la a6600 una fotocamera estremamente capace per riprese rapide, ma altri aspetti della fotocamera possono rendere frustranti la fotografia sportiva e d’azione.

Punti chiave:

  • Implementazione dell’autofocus leader del settore
  • Eccellente tracciamento di soggetti sia umani che non umani
  • Velocità di scoppio molto elevate, tempi di scrittura delle carte sul lato lento
  • Il ritardo e il ritardo dell’interfaccia quando si passa dall’EVF allo schermo possono essere frustranti in scenari ad azione molto rapida

AF performance

Poiché il sistema di messa a fuoco automatica della a6600 è ora condiviso con la maggior parte delle fotocamere con obiettivi intercambiabili nella gamma Sony, lo abbiamo già ampiamente trattato. Puoi leggere di più qui sui dettagli nitidi del sistema e su come lo avremmo impostato, anche se c’è anche una versione più breve di quella precedente in questa recensione.

Vale anche la pena ricordare che, a differenza di molte altre fotocamere di fascia alta, la a6600 non ha disposizioni per adattare il sistema AF a soggetti specifici. Questo è utile per fotografare, diciamo, gli sport di squadra, dove potresti voler dare la priorità al fatto che una fotocamera reagisca rapidamente a un nuovo soggetto che passa davanti al soggetto attuale, oppure attendere e continuare a seguire l’originale. Inoltre, non è possibile modificare il colore del punto AF per renderlo più visibile, come è possibile con il full-frame a7R IV di Sony.

Diamo un’occhiata a come si comporta la a6600. Per testare le prestazioni AF continue, proviamo innanzitutto a riprendere un soggetto che si avvicina a una velocità costante utilizzando il punto AF centrale. Questo ci consente di vedere quanto è brava la fotocamera a valutare la distanza del soggetto e se è in grado di guidare rapidamente l’obiettivo fino a quel punto.

È un sistema davvero impressionante. Puoi anche abilitare / disabilitare una funzione di rilevamento degli occhi degli animali (principalmente per animali domestici), che si trova nei menu. Se lo desideri, puoi anche assegnarlo a Mio menu o a un pulsante personalizzato. Per la maggior parte delle nostre riprese, inclusa la nostra foto di Belvedere in basso, l’abbiamo semplicemente disattivata e abbiamo utilizzato il rilevamento generico del soggetto.

Performance generale

Quando ho coperto la a6400, ho sottolineato nella recensione che molte fotocamere Sony soffrono ancora di qualche ritardo operativo e la serie a6x00 non fa eccezione. In effetti, ho trovato nei confronti diretti con le ultime fotocamere Sony della serie a7 che la serie a6x00 mostra un ritardo più pronunciato. Per le fotocamere di gamma medio-bassa come la a6100 e la a6400, questo è un po ‘più perdonabile.

Ma la a6600 è la fotocamera APS-C “fiore all’occhiello” dell’azienda. Ciò significa che non solo è più costoso rispetto alle altre opzioni offerte da Sony, ma si scontra anche con una concorrenza molto capace da parte di altri produttori che non soffrono di questa stessa tabella operativa.

Ciò che intendiamo per “ritardo” è che, dai tempi di avvio alla navigazione nei menu alla semplice regolazione dei parametri di esposizione, ci si può aspettare un “singhiozzo” dal momento dell’input al momento in cui la fotocamera risponde. Se stai riprendendo un’azione rapida e passi dallo schermo posteriore, supponi di avere un angolo basso, al mirino elettronico: il tempo impiegato dalla fotocamera per fare l’interruttore significa che un soggetto in rapido movimento potrebbe trovarsi in un punto diverso del tutto. Questo ritardo EVF / schermo non è univoco per l’a6600, ma richiede un ritmo più lungo sulla Sony rispetto, per esempio, a una X-T3 o all’ultima Olympus E-M5 Mark III.

A ciò si aggiunge il singolo slot per scheda SD UHS-I della fotocamera. È vero, la a6600 scatta a un massimo competitivo di 11 fps e ha un buffer incredibilmente profondo. Ma ci vuole ancora molto tempo per cancellare, e molti concorrenti hanno slot per schede UHS-II più veloci (e forse anche due di loro). Inoltre, mentre il buffer si cancella, non è possibile passare alla modalità video, non è possibile modificare la velocità di scatto a raffica e non è possibile modificare le impostazioni di qualità dell’immagine.

Ancora una volta, considerando la concorrenza di questa fotocamera e la sua posizione ai vertici della gamma APS-C di Sony, questo è un po ‘deludente.

Video

La a6600 continua la tradizione di questa gamma di offrire video 4K di buona qualità e una serie piuttosto solida di supporti per l’acquisizione, ma la concorrenza non è rimasta ferma.

Punti chiave:

  • Le riprese in 4K con sovracampionamento sono molto dettagliate
  • Le riprese in 1080p non sono impressionanti
  • Robusta suite di ausili per l’acquisizione e profili di immagini, comprese le opzioni di registro
  • Buon tracking AF ma è necessario modificare il comportamento del touchscreen per utilizzarlo e potrebbe essere necessario immergersi nel menu per annullare questa modifica quando si ritorna alle riprese di foto.
  • Le impostazioni di esposizione vengono trasferite dagli scatti di immagini fisse a meno che non si imposti un richiamo di memoria o una modalità personalizzata sulla ghiera modalità
  • Forti artefatti dell’otturatore, specialmente nelle registrazioni 4K / 24p e 25p
  • Video limitato a file a 8 bit

La a6600 ha le stesse modalità video e ritagli della precedente a6500. Per fortuna, la maggior parte delle modalità utilizza l’intera larghezza del sensore, ma le modalità Full HD 120p e 100p utilizzano un ritaglio più piccolo di 1,14x e 30p 4K usano un ritaglio di 1,23x.

Il ritaglio può avere molti effetti sulle tue riprese. Ciò significa che avrai bisogno di una lunghezza focale più corta per ottenere uno scatto grandangolare e avrai prestazioni di rumore peggiori poiché stai usando una porzione più piccola del sensore. Vi è tuttavia un vantaggio in quanto una parte più piccola del sensore può essere letta più rapidamente e mostra meno tapparelle.

Come la precedente a6500, la a6600 può girare video 4K molto dettagliati. E sebbene sia decisamente migliore di quello di cui è capace la Canon EOS M6 Mark II, possiamo vedere che il G9 di Panasonic e l’X-T3 di Fujifilm sono comparabili in molte aree della scena. Il passaggio al ritaglio 1.2x 4K / 30p sull’a6600 non mostra un’enorme differenza nell’acquisizione dei dettagli, sebbene il filmato sembri aver applicato un tocco più nitido.

Il passaggio a 1080p mostra come le fotocamere Sony non possano davvero competere con altre potenziali opzioni per l’acquisizione di dettagli, per quegli utenti che non vogliono o necessitano di riprese 4K.

Usabilità video

Il nostro esperto di video residente Jordan Drake ha messo le mani sulla a6600 all’evento di lancio di Sony e ci ha dato alcuni dei suoi pensieri su come la a6600 si accumula come una fotocamera principale per videoregistratori o vlogger.

La differenza più grande riguarda il tracciamento della messa a fuoco automatica durante la ripresa di video: è generalmente molto buono e puoi vedere la fotocamera che traccia il viso e gli occhi mentre stai scattando. Ma sfortunatamente, devi toccare lo schermo per scegliere il soggetto, richiedendo di distogliere lo sguardo dal mirino se stai usando l’EVF. Il tocco dello schermo può anche indurre le vibrazioni della fotocamera. Devi anche immergerti nei menu (o personalizzare il “Mio menu”) per trovare l’opzione per passare da Touch AF, che sposta semplicemente l’area AF, a Touch Tracking, che è ciò di cui hai bisogno per iniziare il tracciamento su un soggetto in video.

Jordan fa un ulteriore passo avanti e afferma che la a6600 si avvicina alla telecamera di vlogging perfetta come abbiamo visto a questo punto. Hai uno schermo completamente inclinabile, prese per cuffie e microfono, corpo ragionevolmente leggero, buona autofocus e stabilizzazione dell’immagine interna. Ma la pipeline di elaborazione che Sony continua a utilizzare nell’a6600 è estremamente suscettibile alla tapparella, e ciò potrebbe davvero influire sulla qualità del tuo video.

Infine, desideriamo ancora che Sony mantenga separati i tuoi video e fissa le impostazioni di esposizione senza dover creare una modalità personalizzata sul selettore di modalità. Allo stato attuale, il passaggio dalla normale modalità filmato alle modalità PASM consente di vedere la velocità dell’otturatore e il diaframma riportati, anche se (probabilmente) vorrete che siano diversi tra i due. Inoltre, c’è un notevole ritardo quando si cambia modalità e il pulsante di registrazione video continua a trovarsi in un punto difficile da raggiungere (anche se è possibile configurare il pulsante di scatto per iniziare la registrazione, se lo si desidera).

Alla fine, per gli alambicchi ibridi e i videoregistratori, la a6600 è ancora una buona opzione, ma la concorrenza non si è fermata e altre fotocamere come la G9 di Panasonic e la X-T3 di Fujifilm potrebbero funzionare meglio per te.

Conclusioni

Cosa ci piace

  • Eccellente qualità dell’immagine JPEG e Raw
  • Il tracking AF leader della categoria è particolarmente utile per fotografare le persone
  • Buona qualità video
  • Durata della batteria senza pari
  • Stabilizzazione dell’immagine nel corpo
  • Prese per cuffie e microfono
  • Buona velocità di scatto a raffica
  • Impugnatura comoda
  • Il touchscreen inclinabile si sposta di 180 gradi, di 90 gradi
  • Ampie opzioni di personalizzazione
  • NFC semplifica il trasferimento delle immagini
  • La ricarica USB è comoda

Cosa non ci piace

  • Ergonomia mancante: entrambe le ghiere di comando devono essere azionate con il pollice
  • Il menu lungo è difficile da navigare
  • Il singolo slot per schede UHS-I indica che il buffer impiega molto tempo per cancellarsi
  • Impossibile passare al video o uscire dalla modalità burst mentre il buffer si sta cancellando
  • La maggior parte dei pulsanti e dei controlli sono angusti, difficili o offrono poco viaggio e feedback
  • Nessuna conversione Raw nella fotocamera
  • Il Bluetooth non può essere utilizzato per velocizzare la connessione Wi-Fi per il trasferimento di immagini
  • Significativo effetto “jello” in modalità 4K / 24p o ritaglio significativo in modalità 30p
  • Il comportamento del touchscreen deve essere commutato tra immagini fisse e video

Nel complesso, la Sony a6600 è una raffinatezza piuttosto riuscita del suo predecessore. E mentre la qualità delle immagini diventa quasi universalmente buona nel mercato delle fotocamere, c’è stato un modello di sviluppo di produttori che rilasciava aggiornamenti più incrementali, piuttosto che rivoluzionari. Il problema è che, poiché la a6600 è il modello di fotocamera con sensore di crop top-tip di Sony, riteniamo che ci fosse spazio per ulteriori miglioramenti sulla a6600 di quanto la Sony abbia concesso.

Questo non vuol dire che la a6600 sia tutt’altro che una fotocamera molto capace. Il monitoraggio dell’autofocus di Sony è ancora leader del settore. L’a6600 ha una durata della batteria imbattibile, stabilizzazione delle immagini nel corpo, produce immagini attraenti sia in formato JPEG che Raw e cattura video 4K molto dettagliati. L’impugnatura è più profonda e più comoda rispetto ai modelli precedenti e, nel complesso, si tratta di una fotocamera molto personalizzabile.

Ma Sony ha ceduto terreno ad altri produttori in alcune aree chiave, in particolare quando si guardano altri modelli di fascia alta. Il singolo slot per scheda lento non è adatto per i tiratori di azioni o per i fotogrammi ibridi / per i video che devono passare al video dopo aver scattato una serie di foto. L’ergonomia non si adatta a una fotocamera di questo calibro; la maggior parte dei controlli sono piccoli e difficili, e questa fotocamera sta solo chiedendo un quadrante di controllo frontale. Il ritardo dell’interfaccia persiste, portando alla sensazione che stai aspettando che la fotocamera ti tenga il passo, piuttosto che viceversa. Infine, sebbene il video della a6600 sia dettagliato, i concorrenti lo hanno superato sia per qualità che per funzionalità.

In questi giorni non è sufficiente che una fotocamera sia semplicemente in grado di catturare buone foto e video. Per distinguersi, diventa sempre più importante per una fotocamera offrire qualcosa in più; sia che si tratti di un design sorprendente, che spinga i confini in termini di velocità o funzionalità o che offra un alto livello di lucidatura in termini di esperienza utente e interfaccia. Sotto questi aspetti sempre più significativi, la a6600 non è all’altezza e quindi perde il nostro più alto riconoscimento.

Rispetto ai suoi simili

La Fujifilm X-T3 è la fotocamera mirrorless APS-C top di gamma dell’azienda. Siamo grandi fan del suo design retrò (anche se non tutti lo saranno), e puoi gestirlo usando i suoi controlli retrò o due quadranti di controllo personalizzabili. Il suo sensore più moderno consente velocità di scoppio più elevate rispetto alla Sony e ai video 4K / 60p con bassa tapparella. Doppi slot per schede UHS-II, un joystick AF e una robusta personalizzazione completano il pacchetto. L’autofocus dell’X-T3 non è all’altezza degli standard Sony, manca di IBIS e ha una durata della batteria molto più breve, ma vale assolutamente la pena dare un’occhiata se stai considerando una fotocamera di questo prezzo e capacità.

Abbiamo anche scelto di confrontare la a6600 con la G9 di Panasonic, che è la fotocamera Micro Four Thirds di punta dell’azienda. La Panasonic è un po ‘più grande, ma ciò aiuta anche a fare spazio per un’abbondanza di controlli diretti e un display LCD. L’interfaccia touchscreen è più reattiva e raffinata di quella di Sony e il sistema di stabilizzazione dell’immagine può essere utilizzato per creare immagini ad alta risoluzione con spostamento dei pixel. Le prestazioni in condizioni di scarsa luminosità e gamma dinamica del sensore più piccolo del G9 sono meno impressionanti e la sua autofocus è meno affidabile di quella della Sony, ma il G9 ha un vantaggio con doppi slot per schede UHS-II, video 4K / 60p e scatti a raffica molto veloci.

Diamo anche un’occhiata a EOS M6 Mark II di Canon. Sebbene la Canon sia un po ‘più economica della Sony, rimane la fotocamera mirrorless APS-C più avanzata di Canon. E nonostante il suo prezzo di entrata più basso, la Canon ha un mirino simile (se ottieni il kit), scatti più rapidi, maggiore risoluzione e gamma dinamica comparabile. La qualità del video è più morbida (anche se con meno tapparelle), non c’è stabilizzatore nel corpo e la durata della batteria è così. Ma è una fotocamera più amichevole e, diciamo, più piacevole da usare rispetto alla Sony.

Infine, non dimentichiamo il predecessore di questa fotocamera, la Sony a6500. Potresti essere tentato di risparmiare un po ‘di soldi e ottenere il modello più vecchio, e non c’è molto di sbagliato in questo: ottieni ancora stabilizzazione nel corpo, identica qualità di immagine e video e lo stesso tipo di capacità di scatto a raffica. Le differenze si riducono davvero al rilevamento dell’autofocus notevolmente migliorato e alla batteria più grande: se quelli sono di valore per te, allora l’a6600 è una scelta facile.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Le 10 reflex full-frame più economiche

Le 10 reflex full frame più economiche nel 2019: reflex economiche per tutte le tasche

Una panoramica di tutte le migliori reflex full-frame relativamente economiche, dalle reflex Nikon alle più leggere CSC.

Woman holding Canon EOS 6D Mark II

Quali le migliori reflex full-frame più economiche? Le fotocamere digitali full-frame erano un tempo prerogativa dei professionisti e gli appassionati più facoltosi. Ma con l’aumentare della competizione (ed l’accumularsi di modelli datati con l’uscita di nuovi modelli) i prezzi sono scesi ad un punto in cui sono accessibili da molti appassionati.

Non stiamo dicendo che i produttori stiano regalando fotocamere full frame, ma ci sono effettivamente parecchie occasioni in giro. Se non avete problemi ad acquistare una fotocamera più datata, o sacrificare un po’ di performance in cambio de look tipico offerto dal sensore più grande.



Per quelli alla ricerca di qualcosa in più costoso, date un’occhiata alla nostra lista.

Per il resto di voi comuni mortali, abbiamo messo insieme questa lista delle 10 fotocamere full-frame più economiche che potete trovare sul mercato. Dalle opzioni low-res pensate per la fotografia in condizioni di luce scarsa, alle fotocamere ad alta risoluzione in grado di catturare files grandi e dettagliati.

Che siate in cerca di un upgrade dal vostro sensore APS-C, o qualcosa in grado di competere con le migliori mirrorless in circolazione. O che stiate semplicemente pensando di cambiare completamente attrezzatura, questa carrellata vi guiderà attraverso le migliori fotocamere full frame disponibili.

1. Canon EOS 6D Mark II

L’ultima full-frame di Canon guadagna un AF più sofisticato ed un display touch

Tipologia: DSLR | Sensore: Full frame | Megapixels: 26.2MP | Attacco obiettivo: Canon EF | Schermo: 3in vari-angle touchscreen, 1,040,000 dots | Viewfinder: Optical | Velocità massima: 6.5fps | Risoluzione Video: 1080p | Consigliata per: Appassionati/Professionisti

Arrivata cinque anni dopo l’originale Canon EOS 6D, la EOS 6D Mark II vede alcuni significativi miglioramenti. Così come un grosso passo avanti in risoluzione – da 20.2MP a 26.2MP – è dotata dell’ultimo DIGIC 7 di Canon come processore, un display touch orientabile e la stabilizzazione a 5 assi per il video (che arriva fino a 1080p e non a 4K). L’autofocus riceve un salutare boost sottoforma di 45 focus-points, di cui 27 f/8 compatibili. Il sistema è sensibile fino a -3EV e beneficia dell’eccellente Dual Pixel CMOS AF in Live View e anche in video. E’ un’ottima fotocamera con cui scattare, ma nei nostri test abbiamo riscontrato un range dinamico non proprio al top, e la mancanza di un viewfinder con copertura al 100% ci ha lasciato con l’amaro in bocca.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2. Nikon D610

La reflex full-frame “Junior” è diventata un affare

Tipologia: DSLR | Sensore: Full frame | Megapixels: 24.3MP | Attacco obiettivo: Nikon F | Schermo: 3.2in fixed, 921,000 dots | Viewfinder: Optical | Velocità massima: 6fps | Risoluzione video: 1080p | Consigliata per: Appassionati/professionisti

Dovrete spolverare la vostra lente d’ingrandimento per trovare le differenze tra la Nikon D610 e la D600. Uscita solo un anno dopo la sua sorella maggiore – e poco dopo la polemica del “sensore sporco” della D600 – la D610 è praticamente identica alla sua versione precedente. A parte la raffica leggermente più veloce – 6fps contro 5.5fps della precedente – più una modalità raffica “silenziosa” a 3fps ed un bilanciamento del bianco ri-tarato, le specifiche tecniche sono praticamente le stesse. Fortunatamente, sono piuttosto attraenti. Alcune delle specifiche includono un sensore a 24.3MP FX sigillato contro le intemperie ed un AF a 39 focus-points. A completare il pacchetto ci sono due slot per SD card ed un viewfinder ottico quasi al 100% di copertura.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

3. Nikon D750

Potrà essere leggermente invecchiata, ma la D750 offre ancora una scheda tecnica di tutto rispetto

Tipologia: DSLR | Sensore: Full frame | Megapixels: 24.3MP | Attacco obiettivo: Nikon F | Schermo: 3.2in tilting touchscreen, 1,228,000 dots | Viewfinder: Ottico | Velocità massima: 6.5fps | Risoluzione video: 1080p | Consigliata per: Appassionati/professionisti

La D750 sta in mezzo tra la più economica D610 e le professionali D810/D850 nella gamma Nikon Full-Frame. Questo livello intermedio prende in prestito funzionalità da entrambe le “rivali”, quindi mentre esteticamente si avvicina alla D610, e ne condivide l’otturatore da fotocamera economica a 1/4,000sec di velocità massima e 24.3MP di risoluzione – anche se con un nuovo sensore riprogettato – è dotata di una versione aggiornata dell’AF a 51 punti della D810. La D750 non è un mostro di Frankenstein fatto a reflex comunque, ed il suo autofocus preciso combinato con uno schermo posteriore girevole (una delle prime full-frame ad esserne provvista), il Wifi integrato ed il video a 1080p 60fps fanno di questa fotocamera un’ottima compagna di vita.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

4. Nikon D810

La fotografia ad alta risoluzione è appena diventata un po’ più accessibile

Tipologia: DSLR | Sensore: Full frame | Megapixels: 36.3MP | Attacco obiettivo: Nikon F | Schermo: 3.2in fixed, 1,229,000 dots | Viewfinder: Ottico | Velocità massima: 5fps | Risoluzione video: 1080p | Consigliata per: Esperti

Con l’uscita dell’estremamente costosa Nikon D850, la D810 si ritaglia un posticino nella nostra lista di fotocamere full-frame “economiche”, anche se questo modello non si può esattamente definire economico. Come successore della D800, la D810 prende l’assicella della risoluzione a 36.3MP della D800 e… , beh la mantiene alla stessa altezza. La risoluzione può essere la stessa sulla carta, ma il sensore ha un nuovo design, con Nikon che manda in pensione il filtro Anti Aliasing per massimizzare la quantità di dettaglio che può essere catturato. Migliorato anche il processore – ora EXPEED 4 – così come migliora la raffica a 5fps a risoluzione massima. Difetti? La dimensione dei files significa che avrete poi bisogno di un computer abbastanza potente per poter gestire il tutto – e lo spazio di archiviazione potrebbe essere anch’esso un problema.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

5. Nikon DF

Un gustoso mix di stile e sostanza

Tipologia: DSLR | Sensore: Full frame | Megapixels: 16.2MP | Attacco obiettivo: Nikon F | Schermo: 3.2-inch fixed, 921,000 dots | Viewfinder: Ottico | Velocità massima: 5.5fps | Risoluzione video: Nessuna | Consigliata per: Appassionati/professionisti

A scontrarsi contro le risoluzioni di 50.6MP della Canon 5DS/R, o contro i 45.7 MP della Nikon D850, i 16.2MP full frame della Nikon DF sembrano un po’ miseri. Ma almeno il sensore ha il suo pedigree – è lo stesso che troviamo nella vecchia Nikon di bandiera, la Nikon D4 – ed il relativo numero di pixel più basso si può rivelare persino un vantaggio in condizioni di scarsa luminosità. Tuttavia è quello che c’è all’esterno che è veramente degno di nota. Lo stile retrò della DF attinge dalle vecchie Nikon con i suoi controlli tradizionali a manopola con un layout che piacerà molto a quelli che amano il processo di fotografare tanto quanto il risultato finale. Comparata alle altre Reflex Nikon FX, il prezzo della DF rimane decisamente alto per le sue caratteristiche tecniche, ma almeno sarete in grado di “sentire” e vedere dove sono finiti i vostri soldi.

Vedi Nikon DF

6. Sony A7

Il modello originale di questa mirrorless full-frame si può considerare economico ora

Tipologia: Mirrorless | Sensore: Full frame | Megapixels: 24.3MP | Attcco Obiettivo: Sony E | Schermo: 3in orientabile, 921,600 dots | Viewfinder: Elettronico | Velocità massima: 5fps | Risoluzione video: 1080p | Consigliata per: Appassionati

Se l’ingombro di una reflex full-frame vi fa passare la voglia di effettuare l’upgrade, la piccola e leggera Sony A7 potrebbe farvi cambiare idea. Ovviamente, una volta montato un teleobiettivo le dimensioni della A7 non sono poi così diverse da una reflex, ma resta il fatto che il corpo macchina è decisamente meno ingombrante. La A7 è stato il primo sistema mirrorless compatto full-frame sul mercato, e anche se sprovvisto di alcune delle più recenti features come il touchscreen o il video 4K, la qualità dei file RAW prodotti dal sensore Exmor 24.3MP CMOS continua ad impressionare. L’unico vero svantaggio è la durata della batteria relativamente scarsa, ma il prezzo decisamente basso a cui potete trovare la A7 oggi vi permetterà di acquistare qualche batteria di riserva in più.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

7. Sony A7 II

Internamente simile alla A7 con qualche piccolo miglioramento

Tipologia: Mirrorless | Sensore: Full frame | Megapixels: 24.3MP | Attacco obiettivo: Sony E | Schermo: 3in orientabile, 1,228,800 dots | Viewfinder: Elettronico | Velocità massima: 5fps | Risoluzione video: 1080p | Consigliata per: Appassionati/Professionisti

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

8. Sony A7 III

La migliore e più versatile nella linea Sony A7

Tipologia: Mirrorless | Sensore: Full frame | Megapixels: 24.3MP | Attacco Obiettivo: Sony E | Schermo: 3in orientabile & touch, 922,000 dots | Viewfinder: Elettronico 2,359k dots | Velocità massima: 10fps | Risoluzione video: 4K | Consigliata per: Appassionati/professionisti

In alcune occasioni, la Sony A7 e A7 II sono state viste come versioni scarse rispetto ai modelli ad alta risoluzione A7R. La A7 III mette tutti a tacere, e anche se non ha la stessa quantità di megapixel dei corpi macchina A7R, è sicuramente più versatile. I punti di forza includono lo stabilizzatore integrato 5-stop ed un autofocus chirurgico a 696 punti. La combinazione di queste due cose permette di scattare praticamente in qualsiasi condizione. Nel frattempo, il sensore di nuova generazione da 24.2 MP fa coppia con il processore nel produrre immagini estremamente pulite anche a ISO elevati. Per scattare indoor con luce naturale, la A7III batte qualsiasi camera della serie A7R. E mentre è uno dei corpi macchina più costosi su questa lista, offre decisamente molto per quello che costa, soprattutto se acquistata in coppia con il Sony’s 28-70mm f/3.5-5.6 OSS.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

9. Sony A7S

Un peso massimo del video 4K che non brilla troppo per la fotografia, la A7S è una mirrorless per specialisti

Tipologia: Mirrorless | Sensore: Full frame | Megapixels: 12.2MP | Attacco Obiettivo: Sony E | Schermo: 3in orientabile, 921,600 dots | Viewfinder: Elettronico | Velocità massima: 5fps | Risoluzione video: 4K | Consigliata per: Esperti

La risoluzione 12.2MP potrà sembrare un ritorno al 2002 per alcuni, ma il sensore CMOS full-frame dentro la Sony A7S da il meglio di se al buio. La S sta per “sensitivity mastered” – e con ottime ragioni. La A7S ha una sensibilità nativa di ISO100-102,400, ma tenendo la risoluzione bassa riesce ad avere risultati migliori in quanto i pixel sono più grandi così da ridurre il rumore. La performance video è ad alti livelli, con video 4K, S-Log2 e output HDMI – anche se è possibile registrare in 4K solo verso un recorder esterno (avrete bisogno di una A7S II per 4K interno). Se fotografare e filmare al buio è una vostra priorità la A7S è un’ottima opzione, altrimenti l’altra risoluzione e lo stabilizzatore della A7 II la rendono probabilmente più versatile.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

10. Pentax K-1 Mark II

Qualità costruttiva professionale

Tipologia: DSLR | Sensore: Full frame | Megapixels: 36.4MP | Attacco Obiettivo: Pentax K | Schermo: 3.2in orientabile, 1,037,000 dots | Viewfinder: Ottico | Velocità massima: 4.4fps (6.4fps in APS-C crop mode | Risoluzione video: 1080p | Consigliata per: Appassionati/professionisti

A questo prezzo, la K-1 Mark II offre qualità costruttiva professionale con weather sealing compreso. Ed è anche piena di sorprese all’interno, con uno stabilizzatore 5-axis sensor-shift, GPS ed una bussola elettronica integrata. Gli accessori ad alta tecnologia vengono usanti intelligentemente, inclusa la modalità “astrotracer” che è in grado di capire dove si trova la fotocamera, in che direzione è puntata, e l’inclinazione rispetto all’orizzonte. In seguito il sistema di stabilizzazione dell’immagine traccia il cielo notturno durante le lunghe esposizioni, in modo che la luna, le stelle e gli altri corpi celesti rimangano fissi nell’immagine, anzichè diventare linee. Un’altra modalità permette di muovere il sensore poco per volta con una serie di 4 scatti in sequenza. I risultati vengono combinati in un’immagine composite ad altissima risoluzione. Purtroppo, il sistema di auto focus non è altrettanto impressionante e a volte fa fatica ad agganciare i soggetti in movimento. La velocità massima della raffica in full-frame è di appena 4.4fps, il che rende questa fotocamera poco adatta per lo sport e la fotografia naturalistica.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

Leggi anche:

Lusso a 360 gradi

Le migliori fotocamere per Video 2019

10 obiettivi Nikon FX (full frame) da avere

Nikon o Canon ; quale fotocamera acquistare

Le 10 migliori fotocamere su smartphone di fascia bassa 2019

Le migliori Fotocamere Mirrorless 2019

Queste sono le 20 fotocamere più importanti del decennio (e un telefono)

Quali sono le migliori fotocamere del decennio? Mentre ci avviciniamo alla fine del secondo decennio del 21 ° secolo, volevamo dare un’occhiata indietro e riflettere su tutto ciò che è accaduto negli ultimi dieci anni. Mentre il primo decennio del secolo ha visto enormi balzi e progressi tecnologici, è stato nel 2010 che l’imaging digitale dei consumatori è davvero maturato.

Abbiamo esaminato tutte le migliori fotocamere rilasciate dal 2010 al 2019 e ne abbiamo selezionate venti che consideriamo particolarmente significative, oltre a un telefono perché, beh, è stato il decennio in cui è diventato davvero una cosa.

In questo articolo stiamo procedendo cronologicamente, a partire dal 2010, e abbiamo selezionato almeno una telecamera all’anno del decennio per una considerazione speciale. Puoi votare quale di quei venti pensi debba essere considerato il più importante e, come sempre, lasciare un commento con altri suggerimenti se non sei d’accordo con noi.

2010 - Samsung NX10

2010 – Samsung NX10

Se ti chiedessimo “quale azienda ha realizzato la prima fotocamera mirrorless in formato APS-C?” è probabile che saresti tentato di rispondere a “Sony”. Ma ti sbaglieresti. Mentre la Sony NEX-5 e NEX-3 erano davvero i nobili rampolli di una linea di telecamere indubbiamente molto significativa (e ancora di successo), la Sony non arrivò (abbastanza) per prima.

Il primo anno del 2010 ha visto un annuncio ingannevolmente importante da un trimestre inaspettato. Avevamo visto le fotocamere mirrorless prima del 2010, ma il Samsung NX10 è stato il primo a offrire un sensore APS-C – considerato da molti appassionati il più piccolo formato di sensore “serio”, offrendo un’area di imaging maggiore del 50% rispetto all’allora standard Four Thirds .

Le specifiche del Samsung NX10 potrebbero non sembrare particolarmente impressionanti ora, ma nel 2010, un sensore APS-C da 15 MP, il mirino elettronico da 921k punti e lo schermo posteriore AMOLED erano molto competitivi, specialmente in una ‘piccola fotocamera coreana’ così economica – per citare la nostra copertura originale.

Il sistema NX non è durato tanto quanto meritava, ma Samsung dovrebbe avere il merito non solo di essere il primo sul mercato con una pratica linea mirrorless APS-C, ma di aver ottenuto così tanto all’inizio.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2010 - Fujifilm Finepix X100

2010 – Fujifilm Finepix X100

La nostra seconda scelta del 2010 è un’altra fotocamera APS-C estremamente influente, di (all’epoca) un altro produttore relativamente minore. La Finepix X100 rappresentava una direzione completamente nuova per Fujifilm, che nel 2010 era conosciuta come una casa produttrice di fotocamere su piccola scala, con un talento per le tecnologie dei sensori non convenzionali. All’epoca la società non aveva il suo innesto per obiettivo (le DSLR di Fujifilm sono state create in collaborazione con Nikon) ma con la X100, Fujifilm ha creato un prodotto che si è comunque trovato nelle borse della fotocamera e attorno al collo di migliaia di fotografi professionisti ed entusiasti .

Offrendo uno stile retrò da far venire l’acquolina in bocca, un comprovato sensore da 12 MP a baionetta (fondamentalmente lo stesso trovato nella Nikon D300 / S e in molte altre DSLR) e un mirino elettronico / ottico “ibrido” unico, l’X100 era come nient’altro sul mercato. Gloriosamente difettoso quando è stato rilasciato per la prima volta, i principali aggiornamenti del firmware hanno completato abbastanza rapidamente la maggior parte dei bordi irregolari dell’X100.

Forse più di ogni altro prodotto, l’X100 ha contribuito a creare un mercato per le migliori fotocamere compatte a sensore fisso di grandi dimensioni. I modelli successivi della serie X100 perderebbero il moniker “Finepix”, ma otterrebbero “X-Trans”, un altro degli array di filtri non standard di Fujifilm. Le vecchie abitudini sono dure a morire.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2010 - iPhone 4/S

2010 – iPhone 4/S

Abbiamo detto che questo articolo era le venti macchine fotografiche più importanti del decennio e un telefono. Bene, ecco il telefono.

L’iPhone 4 non è stato il primo iPhone (ovviamente) e molto lontano dall’essere stato il primo smartphone con una fotocamera, ma è stato il primo che abbiamo considerato davvero utilizzabile come alternativa a una fotocamera “corretta”.

Quando ho ricevuto la mia alla fine del 2010 (poco dopo essermi trasferito negli Stati Uniti, in effetti) ricordo di essere sinceramente emozionato dalle possibilità creative della fotocamera dell’iPhone 4 e allo stesso tempo piuttosto preoccupato di ciò che potrebbe significare per l’industria della fotocamera. L’iPhone 4S, seguito nel 2011, ha ulteriormente migliorato la fotocamera dell’iPhone.

Si scopre che l’eccitazione era giustificata, così come la preoccupazione assillante. Lanciato nello stesso anno di Instagram, l’iPhone 4 non ha distrutto da solo il mercato delle migliori fotocamere compatte, ma ha sicuramente accelerato il declino. Probabilmente per la prima volta, non hai bisogno di una fotocamera dedicata per essere un fotografo dedicato.

Ed eccoci qui.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2011 - Nikon J/V1

2011 – Nikon J/V1

Nikon ha lanciato J1 e V1 in un segreto insolito, senza alcuna divulgazione preliminare. Queste erano le migliori fotocamere destinate a rinvigorire la gamma di prodotti Nikon per gli anni 2010, per soddisfare le esigenze di una nuova generazione di fotografi forse provenienti da uno smartphone o a rischio di essere tentati di allontanarsi da Nikon da nuovi start up mirrorless come Panasonic, Olympus, Sony e Samsung.

Il sistema 1 è durato quattro anni e otto anni dopo la sua nascita, il primo sistema mirrorless di Nikon è talvolta liquidato come un fallimento, se non viene ricordato affatto. È vero che a differenza di Micro Four Thirds e E-mount di Sony, la prima linea mirrorless di Nikon è stata (come quella di Samsung) in definitiva un vicolo cieco. E probabilmente non è una coincidenza che rispetto a quegli altri produttori, Nikon abbia optato per il sensore più piccolo di tutti: 1 pollice, che non era mai stato utilizzato in un sistema ILC prima e (a parte anche il condannato Samsung NX Mini del 2014 – che sappiamo tutti come si è scoperto) da allora.

Per il merito di Nikon, la società non ha rinunciato al sistema 1 prima di dargli una buona dose di frusta e le migliori fotocamere della serie 1 hanno funzionato bene in alcuni mercati globali. Sfiderò ancora chiunque affermi che la V3 (2014) non era una fotocamera divertente da usare, ma certamente non lo era per tutti, e come la V1 e la V2, era troppo costosa per essere presa sul serio dai fotografi che potevano permetterselo.

Le persone tendono a dimenticare quanto fossero innovative quelle telecamere. Offrendo AF con rilevamento di fase su sensore (unico negli ILC in quel momento) e riprese ultraveloci, la J1 e (soprattutto) la V1 erano prodotti veramente avanzati che mostravano alcune delle principali tecnologie di differenziazione che diamo per scontate nelle migliori fotocamere mirrorless, compresi i sensori a doppio guadagno. Sarebbero passati sette anni prima che Nikon lanciasse un’altra gamma di obiettivi con la stessa tecnologia, sotto forma di attacco Z.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2012: Canon EOS 6D

2012: Canon EOS 6D

Aaah la EOS 6D. La DSLR che non sarebbe mai morta. Ufficialmente un modello attuale per così tanto tempo che è quasi diventato uno scherzo (~ 5 anni è un tempo lungo per un’offerta apparentemente entry-level) la Canon EOS 6D è stato un grande successo per Canon. È incluso in questo elenco a causa della sua importanza come modello di “gateway”: la 6D ha introdotto il full-frame per una generazione di fotografi DSLR Canon che avevano rimandato l’upgrade da APS-C a causa dei costi.

Fondamentalmente un’alternativa più economica e spogliata all’allora attuale EOS 5D Mark III, la 6D era la fotocamera full frame più piccola, leggera e meno costosa di Canon fino a quel momento: un cavallo di battaglia senza fronzoli con una messa a fuoco così così automatica che non è mai stata eccitando gli snob della fotocamera, si può fare affidamento su scattare foto di bell’aspetto nella maggior parte delle situazioni, e viene venduto come un matto.

Il fatto che Canon non abbia sentito la necessità di sostituire ufficialmente la 6D per cinque anni parla da sé. La EOS 6D (insieme alla travagliata Nikon D600 – rilasciata una settimana prima) non ha creato il mercato per il full frame, ma sicuramente ha contribuito a democratizzarlo.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2012: Olympus OM-D E-M5

2012: Olympus OM-D E-M5

Panasonic avrebbe potuto (appena) battere l’Olimpo al massimo quando si è trattato del lancio della prima fotocamera con obiettivo intercambiabile mirrorless, ma è stata l’Olympus a rendere probabilmente la prima davvero buona. L’OM-D E-M5 era l’ottava fotocamera Micro Four Third di Olympus e, come abbiamo detto al momento del suo lancio, “senza dubbio il più riuscito”. Progettata secondo le classiche reflex della serie OM dell’era cinematografica dell’azienda, la E-M5 era – proprio come quella serie di fotocamere – piccola e leggera, ma molto potente.

E molto divertente da usare.

Sì, Four Thirds è un piccolo formato di sensore, ed è stato considerato così anche nel 2012. E questo comporta alcuni svantaggi. Ma la E-M5 era una piccola fotocamera così accattivante – e un pacchetto così completo – che molti fotografi erano felici di trascurare questioni come livelli di rumore più elevati e controllo limitato della profondità di campo. Grazie alle sue dimensioni ridotte e alle intemperie, E-M5 è stata un’opzione adorabile per i viaggi e la fotografia di tutti i giorni, ma non si trattava solo di dimensioni: il primo modello OM-D racchiudeva anche alcune potenti funzionalità.

Questi includevano la stabilizzazione nel corpo a 5 assi, un mirino elettronico da 1,44 m di punto e una buona modalità video 1080 60p (per il 2012). Dove la E-M5 è caduta per lo più è stato dove hanno fatto molte fotocamere mirrorless, a quel punto nel tempo: autofocus continuo. Ma in realtà non doveva essere una fotocamera sportiva e d’azione. Doveva essere un’opzione piccola e leggera per i fotografi che volevano scattare con qualcosa di leggermente diverso. A tale proposito, l’OM-D E-M5 ha onorato perfettamente l’eredità della serie OM di Olympus e ha indicato la strada per le cose a venire.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2012: Sony Cyber-shot RX100

2012: Sony Cyber-shot RX100

Sapevi che era solo questione di tempo prima che la Sony comparisse in questo elenco. La Cyber-shot RX100 è stata la prima di quella che si è rivelata una linea di grande successo per Sony e ha introdotto gli ingredienti base che hanno reso la serie RX100 così popolare da allora: un grande sensore da 1 pollice con velocità di scatto molto elevata capacità, un obiettivo zoom di alta qualità e caratteristiche video eccellenti, il tutto racchiuso in un fattore di forma veramente tascabile.

I successivi modelli RX100 hanno aggiunto miglioramenti preziosi e utili funzioni extra come un EVF incorporato (RX100 VI e V sono ancora i nostri preferiti, grazie all’EVF e all’obiettivo veloce e relativamente corto), ma Sony ha ottenuto molto bene nell’originale RX100. Durante la notte, questa era la fotocamera compatta da battere, e negli anni successivi alla sua introduzione, modelli come la serie Canon PowerShot G5 X e G7 X (e la serie DL non realizzata di Nikon) sorsero in competizione diretta.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2013: Samsung Galaxy NX

2013: Samsung Galaxy NX

Il Galaxy NX doveva rispondere alla domanda “cosa accadrebbe se abbinassi le cose migliori di uno smartphone con le cose migliori di una fotocamera dedicata?” In quanto tale, era un prodotto importante di un’azienda che nel 2013 ha saputo fabbricare entrambe le cose, anzi molto bene.

È stato anche un flop.

Purtroppo, sebbene in teoria sia forse un’idea accattivante, il Galaxy NX da $ 1.600 non ha finito per incendiare il mondo. Tuttavia, è stato in grado di scattare splendide fotografie, grazie al suo sensore da 20 MP in formato APS-C. Ma alla fine, la fusione dell’interfaccia incentrata sull’app di uno smartphone Galaxy S4 con il sensore di grandi dimensioni e l’ergonomia di una fotocamera convenzionale ha finito per non essere particolarmente divertente da girare per qualcuno abituato a entrambi i tipi di piattaforma. E abbiamo già detto che costa $ 1.600?

Quindi perché è incluso in questo elenco? Bene, per prima cosa era senza dubbio importante, nel senso che nessuno aveva mai tentato qualcosa di simile. Avevamo già visto le migliori fotocamere “intelligenti”, ma nessuna con innesto obiettivo intercambiabile.

In retrospettiva è facile guardare al Galaxy NX come un fallimento. Un esempio di come non soddisfare le esigenze correlate ma diverse dei consumatori in un singolo prodotto (quello che Apple Tim Timets ha memorabilmente descritto come un “tostapane frigo”), ma questo è un uso improprio del senno di poi. La galassia potrebbe semplicemente essere stata in anticipo sui tempi. Era, decisamente, troppo caro. Ma l’idea di base era il suono: le migliori fotocamere compatte con zoom della serie Galaxy concettualmente simili ma meno ambiziose in realtà funzionavano piuttosto bene.

Qualche produttore tenterà di nuovo una fusione così letterale di smartphone e fotocamera? È una domanda interessante Con Samsung fuori dal comune, l’unico marchio con una significativa esperienza sia nell’arena della fotocamera che dello smartphone in questi giorni è Sony. Potremmo mai vedere un Sony Alpha Xperia? Non scommetteremmo contro di esso.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2013: Sony a7/R

2013: Sony a7/R

La Sony potrebbe essere stata appena rimandata al palo da Samsung quando si trattava di APS-C mirrorless, ma era prima con il full frame. Come i commentatori di DPReview amano sottolineare (sia al momento che ancora oggi) l’originale a7 e a7R avevano la loro giusta dose di problemi, e ci è voluto anche un po ‘di tempo prima che la Sony raggiungesse gli obiettivi. Ma erano prodotti di prima generazione e nessun nuovo sistema è mai stato lanciato allo stato finito.

Potrebbero essere stati bizzarri, ma le migliori fotocamere originali della serie a7 erano opzioni full frame tecnicamente innovative e competitive rilasciate in un momento in cui l’industria aveva un disperato bisogno di essere scossa.

Le DSLR erano l’unico gioco in città nel 2013 e la a7 e la a7R catturarono il pisolino di Canon e Nikon. Sarebbero passati ben cinque anni prima che uno dei due “big due” tradizionali venisse pubblicato con le proprie offerte full-frame e Sony passasse il tempo a rilasciare altri sette ILC full-frame e nel processo assicurando una quota maggiore del full- mercato dei telai. Con i modelli a7S / II e successivi della serie a7, l’azienda ha fatto importanti progressi anche con i cineasti dilettanti ed entusiasti / indipendenti – un mercato che a volte Canon è accreditato di aver inventato quando ha rilasciato il video compatibile con EOS 5D Mark II.

Quindi sì, nonostante i loro difetti, a7 e a7R erano davvero importanti. Il full-frame compatto era un grosso problema nel 2013 ed erano i primi di una linea di fotocamere di un produttore che avrebbe continuato a ribaltare il mercato degli full frame entusiasti.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2014: Leica T (Typ 701)

2014: Leica T (Typ 701)

La Leica T è stata – letteralmente – rottura di muffa. A differenza abbastanza bene di tutte le migliori fotocamere, che sono assemblate da sezioni di calotta stampate unite da viti, la Leica T è stata formata da un singolo blocco di alluminio fresato, con il sensore e l’elettronica interna scanalate all’interno. C’è una tendenza tra i revisori delle migliori fotocamere a descrivere i prodotti di fascia alta come se fossero “macinati da un solido pezzo di metallo“, e probabilmente sono colpevole di farlo da solo alcune volte, ma nel caso della Leica T era vero, per una volta.

Ancora più importante, la T ha introdotto un nuovo modo di interfacciarsi con la fotocamera tramite il suo touchscreen sovradimensionato e il sistema operativo simile a un’app. Sebbene non sia letteralmente basato su app, come il Samsung Galaxy NX basato su Android, l’interfaccia piastrellata di T e i menu delle funzioni di scorrimento sembrerebbero familiari a un utente di smartphone anche adesso. Nel 2014 questo approccio era ancora piuttosto una novità nel mondo della fotografia “seria”, e in un momento in cui “novità” non era una parola che avremmo naturalmente associato a Leica.

La Leica T non è nella nostra lista delle più importanti fotocamere del decennio perché era davvero una buona fotocamera. Non era. Era lento, schizzinoso e quando fu pubblicato per la prima volta, alcuni aspetti della UX della T (specialmente quelli relativi all’autofocus) furono sostanzialmente rotti. Ma la T ha segnato l’inizio di una nuova fase dell’evoluzione di Leica come produttore di fotocamere. Per prima cosa non era solo un altro clone Panasonic Lumix riprogettato. Più significativamente, tuttavia, rappresentava una rottura molto audace rispetto all’ergonomia della fotocamera convenzionale: “il tipo di fotocamera che Apple potrebbe realizzare”, come abbiamo detto nella nostra recensione originale sulla prima impressione.

La T ha anche debuttato con la prima montatura dell’obiettivo completamente elettronica, progettata per mirrorless Leica. Sarebbe passato un anno dal lancio della T prima che la full-frame SL mostrasse davvero il potenziale dell’L-mount (e ancora altri cinque prima che a Panasonic e Sigma sarebbe stato chiesto di unirsi alla festa) ma tutto è iniziato con la T.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2014: Nikon D750

2014: Nikon D750

Cinque anni dopo il suo lancio, raccomandiamo ancora la Nikon D750 ai nostri lettori e ai nostri amici. E ai nostri amici che sono lettori (siete tutti nostri amici). Non solo perché è un affare affidabile ogni inverno quando arrivano le vendite, ma perché è ancora davvero buono. La D750 è solo una fotocamera semplice e ben progettata. Il tipo che, come revisori delle fotocamere (e ottimisti assoluti che non devono preoccuparsi di margini, costi di ricerca e sviluppo e differenziazione dei prodotti), desideriamo che i produttori facciano continuamente.

Metti tutte le funzionalità di cui la maggior parte dei fotografi ha veramente bisogno, in un pacchetto relativamente piccolo e conveniente. Non può essere così difficile, vero?

Beh, in realtà può essere così difficile (vedi punto su margini, ricerca e sviluppo e differenziazione del prodotto), motivo per cui accade abbastanza raramente. Esempi storici includono la Canon EOS 10D, la Nikon D700 e, più recentemente, la Sony a7III. E, ovviamente, la Nikon D750.

Con un sistema di messa a fuoco automatica realmente in grado di tenersi al passo con lo sport e l’azione, e un sensore full frame da 24 MP davvero solido, la D750 può fare praticamente tutto ciò che gli viene richiesto, supponendo che stiamo parlando solo di fotografie. È possibile che mentre la Nikon D850 potrebbe essere considerata l’apice della tecnologia DSLR per i fotografi appassionati, la D750 sarà sempre ricordata come una delle migliori DSLR su tutta la linea, grazie al suo insolitamente buono equilibrio di funzionalità, usabilità e prezzo.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2014: Samsung NX1

2014: Samsung NX1

Parlando di funzionalità e usabilità, il 2014 ha visto il lancio di un’altra fotocamera importante che, come la D750, non sembra ancora obsoleta. L’APS-C Samsung NX1 ha inviato un lampo di energia elettrica attraverso il mercato quando è stato rilasciato cinque anni fa, offrendo funzionalità e prestazioni mai viste prima nel segmento di mercato mirrorless (con un MSRP fiduciosamente elevato da abbinare).

Il foglio delle specifiche dell’NX1 si legge come una lista dei desideri da un fotografo professionista particolarmente bisognoso (o un ottimista solare del tipo descritto nella pagina precedente). Quale altra fotocamera mirrorless all’epoca poteva avvicinarsi alle riprese a piena risoluzione a 15 fps con l’autofocus? Questo tipo di capacità è ancora impressionante ora. Allo stesso modo la registrazione di video 4K (utilizzando il nuovo e più efficiente involucro H.265), la tenuta stagna e un bel mirino elettronico. E il primo sensore BSI-CMOS in formato APS-C al mondo.

L’NX1 aveva tutto, ed è stato rilasciato insieme a due obiettivi zoom ad apertura rapida di grande effetto, che hanno sfruttato al meglio il suo eccellente sensore da 28 MP. Nota che non è stato fino a quest’anno, con Canon EOS M6 Mark II e EOS 90D, che l’NX1 è stato risolto da un’altra fotocamera in formato APS-C.

Se un produttore venisse da noi oggi con una nuova fotocamera che corrispondesse alle prestazioni e all’ergonomia dell’NX1, saremmo comunque colpiti. Ci sono state voci dopo il suo lancio secondo cui Samsung era pronta a rilasciare un sistema full-frame, ma purtroppo la società è uscita dall’industria delle fotocamere prima che potessimo scoprire se questo era vero. Con l’NX1, Samsung ha sicuramente lasciato il segno.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2015: Leica Q (Typ 116)

2015: Leica Q (Typ 116)

Spesso criticato – e talvolta in modo imparziale – per essere un marchio boutique che ha dimenticato come soddisfare i veri fotografi, la Q era una macchina fotografica che (temporaneamente) chiudeva i Leica. Destinato agli utenti delle fotocamere, non solo ai collezionisti di fotocamere, la Q offriva un sensore full frame da 24 MP competitivo e un obiettivo F1,7 da 28 mm di altissima qualità, con un’ergonomia che, pur essendo sicuramente informata dall’eredità dell’azienda, non ne era appesantita.

Il prezzo consigliato di $ 4,250 di Q lo ha indubbiamente reso un prodotto premium, ma tieni presente che la sua unica competizione seria – la Sony Cyber-shot RX1R II – costa $ 3.300. Ed è stato un colpo di Cyber. Considerando che la Q offriva un obiettivo (leggermente) più veloce e stabilizzato otticamente, a una lunghezza focale più ampia desiderabile E AVEVA UN DOT ROSSO SUL DAVANTI è difficile sostenere che fosse egregiamente costoso.

Il Q ha avuto un tale successo che non è stato aggiornato per quattro anni.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2016: Pentax K-1

2016: Pentax K-1

Pentax è uno di quei marchi che i suoi fan adorano – con passione e lealtà. Ora di proprietà di Ricoh, Pentax ha avuto alcuni anni rocciosi, ma è ancora appeso lì, grazie in gran parte a un piccolo esercito di clienti abituali che non possono immaginare di acquistare da un altro marchio.

La K-1 è una fotocamera davvero solida, letteralmente. Pepato da pulsanti, quadranti e interruttori, è una reflex nel classico stampo e uno dei modelli più duri sul mercato. Specificamente pensata per attirare i fotografi all’aperto, la K-1 e il suo successore la K-1 II è una delle pochissime fotocamere di cui avremmo avuto la sicurezza di affrontare un clima davvero orribile. Controlli retroilluminati e funzioni pulite come “Astrotracer” lo rendono attraente anche per i fotografi notturni.

Eredità importante

È abbastanza raro sentire frasi come “questa è una fotocamera per i proprietari di MX” pronunciata in un briefing sul prodotto, ma è bello vedere un’azienda che si prende così tanta cura della sua eredità (e dei suoi clienti più fedeli).

La K-1 è stata la prima Pentax DSLR full-frame, ma non è in questa lista perché ha avuto un impatto significativo sul più ampio mercato fotografico (anche se per alcuni aspetti è stata molto competitiva, specialmente per gli amanti del paesaggio). È incluso qui perché è uno di quei rari prodotti che merita di essere celebrato: una lettera d’amore, in effetti, da un produttore ai suoi clienti. Il K-1 era ricco di tutte le caratteristiche speciali che gli utenti di Pentax avevano imparato ad apprezzare nelle reflex digitali APS-C dell’azienda, ed essendo a pieno formato era pienamente compatibile con la loro collezione di obiettivi risalenti a decenni fa – qualcosa che i tiratori Pentax erano stati aspettando, per molto tempo.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2016: Fujifilm GFX 50S

2016: Fujifilm GFX 50S

Fujifilm è entrata nel mercato delle fotocamere con obiettivo intercambiabile mirrorless un po ‘tardi, con una piattaforma APS-C dedicata. A differenza dell’E-mount di Sony, Fujifilm non avrebbe mai potuto inserire un sensore full-frame nell’innesto XF, e alla fine ha optato per saltare interamente il full-frame. Invece, la società ha calcolato che aveva una migliore possibilità di differenziarsi nel segmento di medio formato, che (con l’onorevole eccezione di Pentax) era stato dominato fino al 2016 da un piccolo numero di aziende che producevano un numero limitato di fotocamere davvero molto costose destinate principalmente presso i professionisti dello studio.

Game Changer

La Fujifilm GFX 50S ha cambiato tutto. Offrendo 50 MP da un sensore 43,8 × 32,9 mm (abbastanza vicino ai tradizionali 120 formati di pellicola che di solito viene chiamato ‘medio formato’), offriva 4 volte l’area di imaging degli ILC APS-C di Fujifilm e 1,7 volte l’area del full-frame . Dato un campo di gioco anche tecnologico, ciò avrebbe dovuto dare alla 50S un vantaggio immediato nella qualità dell’immagine rispetto alla sua concorrenza più sensibile.

This ended up not quite being true (the Nikon D850 at ISO 64, for example, is at least a match for the GFX 50S in Raw mode) but it was certainly competitive against other medium-format cameras, and at a lower cost and with much more user-friendly ergonomics. The semi-modular design of the 50S made it pleasantly versatile in and out of the studio, and Fujifilm’s range of GF lenses have proven to be excellent.

The GFX 50S didn’t bring medium-format into the mainstream overnight, or all on its own, but it certainly opened the format up to a generation of photographers who would never even have considered it before.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2017: Panasonic Lumix DC-GH5

2017: Panasonic Lumix DC-GH5

Panasonic sarà sempre ricordata dai nerd della fotocamera come la società che ha inventato la fotocamera con obiettivo intercambiabile mirrorless, già nel 2009 (è appena fuori dallo scopo di questo articolo, ma ascoltiamolo per tutti quei fan di Lumix DMC-G1 là fuori!). Dato che APS-C e poi ILC mirrorless full-frame sono diventati mainstream nella parte successiva degli anni 2010, Panasonic aveva bisogno di differenziarsi, e per fare ciò l’azienda ha guardato al video.

Video

Da qualche tempo Panasonic produceva ILC orientati al video, a partire dal GH1, ma il GH5 è stato un bel salto.

GH5 era il sogno di un videofilo. Potrebbe catturare filmati 4K / 60p senza ritaglio, registrazione interna 4: 2: 2 a 10 bit, supporto V-LogL opzionale, un monitor a forma d’onda, livelli di luminanza regolabili e molto altro. Un adattatore opzionale ha aggiunto jack XLR e numerosi controlli audio. Ugualmente utilizzabile sia per le riprese fisse che per i video, GH5 offriva un sensore Four Thirds da 20 MP, stabilizzazione nel corpo a 5 assi e l’opzione di scatto continuo a 9 fps.

Con GH5, Panasonic ha corteggiato in modo aggressivo i registi indipendenti e le società di produzione alla ricerca di telecamere “B” e “C” piccole, leggere e versatili. La Lumix S1H, la prima fotocamera / videocamera per uso domestico certificata da Netflix per la produzione video, discende direttamente dal GH5.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2017: Sony a9

2017: Sony a9

Da anni giornalisti e lettori di DPReview chiedono “quando vedremo una fotocamera mirrorless full frame progettata per i professionisti dello sport e dell’azione?” Nel 2017 è stata data risposta a tale domanda. La Sony – tipicamente alla moda di Sony – ha inserito tutto ciò che poteva nella a9, con l’obiettivo di creare una fotocamera che convincesse anche i fotografi più esigenti di non aver necessariamente bisogno di una DSLR.

Chiedi a molti utenti DSLR professionisti (e ai produttori DSLR professionisti) i principali vantaggi delle loro fotocamere e in genere elencheranno la qualità costruttiva, la durata della batteria e, soprattutto, l’esperienza del mirino. Sony ha progettato la a9 con l’intenzione non solo di affrontare tutti e tre questi punti, ma anche di superare alcune delle altre capacità delle moderne DSLR.

Il sensore CMOS impilato a lettura super impilata della a9 è stabilizzato e offre scatti in sequenza a 20 fps senza oscuramento del mirino, grazie al suo otturatore elettronico. Anche se non hai bisogno di questo tipo di velocità, le riprese silenziose quasi senza compromessi (pensa a un fotografo fotoreporter in un’aula silenziosa o a uno sparatutto sportivo che copre il golf) hanno il potenziale per essere un (forse letterale) cambio di gioco.

Indistruttibile

Nel frattempo, il corpo in lega di magnesio della a9 è a tenuta stagna e la durata della batteria arriva a migliaia di colpi per carica durante l’uso normale. Il sistema di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase con sensore a 693 punti è iniziato in modo eccellente ed è stato ulteriormente migliorato con un importante aggiornamento del firmware quest’anno. L’a9 può anche girare video UHD 4K sovra-campionati.

Quando è stato rilasciato, la a9 è stata senza dubbio la fotocamera più capace sul mercato per lo sport e l’azione di ripresa, e con il nuovo firmware è solo migliorata da allora. Che Sony sia riuscita in mezzo decennio a creare un prodotto in grado di competere con le reflex digitali professionali affermate è sorprendente.

Vuoi sapere come potrebbe essere una futura fotocamera mirrorless professionale di Canon o Nikon? È probabile che assomigli molto alla Sony a9.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2017: Nikon D850

2017: Nikon D850

Ho detto in precedenza che la D850 potrebbe alla fine essere considerata l’apice della tecnologia DSLR per i fotografi appassionati, e io sono d’accordo con questa affermazione. Sembra estremamente improbabile che vedremo mai sviluppato una DSLR più avanzata per gli appassionati. La D850 è stata un aggiornamento significativo rispetto alla D810 (che era poco più di un’iterazione surriscaldata della D800 / e) e rimane senza dubbio una delle DSLR tecnicamente più impressionanti mai realizzate, timida di artisti del calibro di sport e azione- orientato D5 e Canon EOS-1D X Mark II.

Cosa l’ha reso così importante? Come la D750, la D850 è stata squisitamente ben progettata per il pubblico previsto: appassionati e semi-professionisti. Ma era abbastanza duro e abbastanza veloce anche per uso professionale. E per una DSLR, le sue funzionalità video 4K non sono nemmeno troppo squallide.

Mostro Sacro

La D850 ha la sensazione di una fotocamera progettata partendo dal presupposto che rimarrà sul mercato per molto tempo. Controlla quasi tutte le caselle che un fotografo appassionato potrebbe mai desiderare di controllare: alta risoluzione (46MP), eccellente autofocus (153 punti, collegato a un sistema di misurazione da 180.000 pixel), scatto continuo rapido (fino a 9 fps con autofocus) e seriamente solida qualità costruttiva. Aveva anche (e ha ancora) uno dei migliori mirini ottici mai inseriti in una reflex.

Probabilmente, col senno di poi, il reparto marketing di Nikon si è effettivamente comportato in modo disservizi rendendo la D850 buona come era. La sua formidabile reputazione e la sua costante posizione in cima alle liste di “Best DSLR” probabilmente hanno reso inevitabile che quando i nuovi mirrorless Z6 e Z7 della società fossero stati rilasciati nel 2018, avrebbero risentito del confronto.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2018: Nikon Z6/7

2018: Nikon Z6/7

A proposito, un anno dopo la D850, Nikon ha rilasciato due fotocamere estremamente importanti: la Z6 e la Z7. L’innesto a F di Nikon ha funzionato per 60 anni (ed è ancora supportato) ma molto tempo fa era ovvio che aveva raggiunto il limite del suo potenziale tecnico. In particolare, l’attacco F era troppo stretto per contenere facilmente gli obiettivi più velocemente della F1.4 con l’autofocus e fisicamente non poteva supportare gli obiettivi più velocemente della F1.2. Nikon merita il merito per il mantenimento della compatibilità degli obiettivi così come lo è stato per sei decenni di sviluppo tecnologico, ma nulla dura per sempre.

Il passaggio al mirrorless ha permesso a Nikon di iniziare con un foglio di carta bianco ed è interessante notare che gli ingegneri dell’azienda hanno optato non solo per un montaggio più largo (del 17%), ma per il più ampio di tutti i supporti mirrorless full frame, consentendo per la creazione di obiettivi veloci come F0.95.

Z6 e Z7 sono essenzialmente modelli gemellati separati dalla risoluzione del sensore. Lo Z6 da 24 MP potrebbe essere confrontato con il D750, mentre lo Z7 da 46 MP è più naturale (e problematico) rispetto al D850. Entrambi offrono molto che i loro cugini DSLR non fanno: autofocus al rilevamento di fase al sensore al 100%, live view a tempo pieno tramite un cercatore elettronico eccezionalmente dettagliato e – ovviamente – acquisizione video 4K altamente dettagliata e perfettamente integrata, senza ritagli.

Differenze

Guardando indietro alla Z6 e alla Z7 per una distanza di poco più di un anno, è un peccato che quando sono stati lanciati, così tante persone si sono concentrate sulle loro carenze relative (nessuna equivalente alla modalità di tracciamento AF 3D nelle DSLR di Nikon è una delle reclami più spesso espressi e del tutto equi). Per la maggior parte degli scopi – e per la maggior parte dei fotografi – hanno dimostrato di essere fotocamere eccellenti e altamente capaci, oltre ad essere probabilmente la più bella delle attuali colture di modelli a pieno formato da utilizzare.

Con Z6 e Z7, Nikon ha fatto un grande passo verso il futuro e non vediamo l’ora di vedere cosa succederà nel prossimo decennio.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2018: Canon EOS R

2018: Canon EOS R

A pochi giorni dal lancio di Nikon Z6 e Z7, Canon ha aderito ufficialmente anche alla festa mirrorless full frame con EOS R. Come la serie Z per Nikon, il sistema R è estremamente importante per Canon, rappresentando un grande balzo in avanti nella tecnologia e uno per il quale la compagnia si stava preparando da tempo.

Ricapitoliamo alcune delle caratteristiche principali di EOS R: autofocus Dual Pixel CMOS? È stato introdotto in EOS 70D, nel 2013. Controlli sensibili al tocco capacitivi? Il quadrante di controllo posteriore della EOS 5D Mark III era sensibile al tocco, anche prima, nel 2012. Video di alta qualità in una fotocamera a pieno formato? Probabilmente una tendenza è iniziata con EOS 5D Mark II. LCD posteriore completamente articolato? Non ricordo la prima DSLR Canon ad averne una, ma so che la mia PowerShot G1 del 2000 ce l’ha.

Full Frame

Sapevamo che Canon sarebbe arrivata allo specchio full frame a un certo punto, ma ammetteremo di essere un po ‘deludente dalla sua prima fotocamera con innesto RF. La EOS R sembrava leggermente incompiuta, il che è insolito per Canon. Un importante aggiornamento del firmware quest’anno ha fatto una gradita differenza nell’esperienza di scatto, ma il successivo EOS RP – nonostante il suo sensore non competitivo – è un’offerta più convincente (e conveniente).

La EOS R non è in questa lista perché è una fotocamera eccezionale nella sua categoria, o perché ci piace davvero (non lo è, e per molti aspetti non lo facciamo) ma perché è importante. Proprio come la EOS 650 originale del 1987, la R (insieme a una serie di meravigliosi nuovi obiettivi RF serie L) punta verso qualcosa di più eccitante sulla strada, un po ‘più avanti.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon

2019: Fujifilm GFX100

2019: Fujifilm GFX100

La terza fotocamera di Fujifilm in questa lista è probabilmente la più impressionante di sempre. Il GFX 100 è stato annunciato per la prima volta come in fase di sviluppo nel 2018, ma ha colpito gli scaffali nell’anno 2019 con un botto. O forse dovrebbe essere un “tonfo”. Essenzialmente delle stesse dimensioni e peso di una DSLR full-frame professionale, la GFX 100 è un sostanziale kit, ma data tutta la tecnologia che Fujifilm ha racchiuso al suo interno, è sorprendente che non sia più grande.

Particolarità

La caratteristica principale di GFX 100 è il suo sensore BSI-CMOS di medio formato da 100 MP. Ciò offre il doppio del numero di pixel e un sostanziale aumento della qualità generale dell’immagine rispetto ai sensori utilizzati nella GFX 50S e 50R. Ma la sua risoluzione è onestamente una delle cose meno impressionanti del GFX 100. Che ne dici del fatto che il suo sensore è stabilizzato? O che, accanto a immagini fisse di altissima qualità, può anche girare splendidi video 4K? O che, nonostante la sua complessità, ergonomicamente GFX 100 si comporta essenzialmente come un ILC della serie X troppo cresciuto?

Come ho scritto quando è stato rilasciato il Fujifilm GFX 100, dopo aver letto il foglio delle specifiche del GFX 100, “hai la sensazione che oltre un certo punto gli ingegneri di Fujifilm si mettessero semplicemente in mostra”. E sembra davvero così.

Ma mentre Fujifilm stava decisamente buttando giù il guanto tecnologico con la GFX 100, è ben lungi dall’essere un prodotto “acrobatico”. Ciò che lo rende così impressionante è che la GFX 100 è una fotocamera meravigliosamente utilizzabile.

Clicca qui per scoprire il prezzo su Amazon