Ho usato la mia Nikon D610 per scattare l’ultima fotografia di mia madre prima che morisse. Ho documentato la vita dei miei figli quasi ogni giorno. L’impugnatura in gomma si sta consumando in punti sottili. Una linguetta di gomma sul fondo si stacca cronicamente; le mie dita lo riportano in posizione per abitudine. Questa fotocamera è diventata un’estensione di me e ho imparato ad amarla. Ma non è sempre stato così.

Ho comprato la Nikon D610 nell’aprile 2015. Dal 2013 utilizzo una Nikon D5200. Ho rapidamente imparato che mi piaceva molto scattare foto. Stavo usando la fotocamera per un progetto 365. Si è trasformato in due progetti 365. Ero sui siti di telecamere ogni giorno imparando le impostazioni e le tecniche della telecamera. DigitalRev su YouTube nel suo periodo di massimo splendore! Ripenso a quei momenti con grande felicità, pensando alla gioia della fotografia aggiunta alla mia vita.

Avevo raccolto alcuni obiettivi con la D5200 e quando volevo passare a un corpo macchina dotato di controlli esterni più accessibili, la D610 era la scelta logica per me. La Nikon D750 era uscita di recente, ma era oltre $ 1.000 in più rispetto alla D610. Quindi ho acquistato il D610. Questo è stato 5 anni fa. Ma in quei cinque anni ho spesso pensato di cambiare i sistemi di telecamere.

Guardo molti canali fotografici su YouTube. Vedo sempre le nuove fotocamere, i nuovi obiettivi e i nuovi aggiornamenti del firmware. Ogni video mi fa ripensare alle scelte della mia fotocamera. A volte sento un’intensa sindrome di acquisizione dell’ingranaggio – GAS. In due occasioni ho persino pubblicato il mio D610 su Kijiji. Con tutti i miei obiettivi. Ma non potrei mai portarmi a venderlo. Sono stato tentato dalle fotocamere Fuji serie X, ma ne parlerò più avanti.

Il vero Valore

Voglio scrivere questa recensione per condividere con gli altri ciò che amo di questa fotocamera – o, più universalmente, qualsiasi DSLR più vecchia – e mostrare che è possibile imparare e crescere con le fotocamere “più vecchie”. Inoltre, voglio consolidare nella mia mente le cose che amo della fotocamera.

Attraverso questa esperienza con la D610, ho imparato ad apprezzare l’avere e crescere con un corpo macchina unico, durevole e capace attraverso anni di uso quotidiano. Ho imparato a vedere le macchine fotografiche, nel modo giusto o sbagliato, come strumenti a medio-lungo termine: un partner creativo con il quale cresci. Dove più conosci la tua fotocamera e i suoi limiti, più ne esci, realizzando la tua visione creativa con la minor resistenza possibile. E qualunque resistenza ci sia, diventa un mezzo per spingere le tue capacità creative a fluire come l’acqua attorno a una roccia in un ruscello.

Perché uso ancora la D610?

Può sembrare ovvio, ma perché è la fotocamera che possiedo. C’è qualcosa da dire sull’essere grati per le cose che hai, piuttosto che sulla brama di quelle che desideri. Non è facile, però.

Ho tre bambini nella scuola materna e prima e dopo la scuola. Di conseguenza, non ho molte entrate disponibili da spendere per le attrezzature fotografiche. Quindi, una volta investito nel sistema Nikon, mi sono unito a questo. Inoltre, alcuni dei miei obiettivi preferiti mi sono stati donati. Mia moglie mi ha comprato il 50mm 1.4 G per la festa del papà nel 2014. Mi ha anche comprato il 35mm 1.8 ED come regalo di Natale nel 2015. Alcuni anni dopo, abbiamo fatto una gita di un giorno in famiglia a Toronto in modo da poter comprare un 85mm usato Obiettivo da 1,8 G. Più di recente, ho raccolto un 24mm 2.8 D per un furto assoluto prima di partire per la costa orientale canadese per un viaggio estivo in campeggio. Ho tutte le lunghezze focali che potrei desiderare.

Esigenze

Una volta che ho iniziato a guardare la mia macchina fotografica per quello che è, e di essere attivamente grato di averla con me per documentare la mia vita, mi ha aiutato a guardarla con una nuova prospettiva. Apprezzo il D610. Ne sono grato. Ci sono molti che non hanno accesso a questo tipo di tecnologia e attrezzature per promuovere i loro sforzi di fotografia creativa. Lo faccio e mi impegno a utilizzarlo al meglio.

Ho lavorato duramente per sperimentare la libertà dal desiderio e dal desiderio – la libertà dal desiderare la nuova fotocamera. Solo allora posso davvero sentirmi libero e realizzato. Perdere la mentalità di “non abbastanza” o desiderare di avere “di più”. Per me, questo inizia con l’amore per la fotocamera che ho, essere grato per questo e non volere un’altra fotocamera. ovviamente aiuta a scattare fotografie di grande qualità.

Qualità dell’immagine

Il secondo motivo per cui adoro la Nikon D610 è la qualità dell’immagine. Il D610 genera, a mio avviso, file RAW molto gradevoli e altamente utilizzabili, con molti dettagli, gamma dinamica e colori deliziosi. Ancora oggi, quando rivedo le mie foto in Lightroom, incontro momenti di sorpresa: la sorpresa che la D610 sia in grado di offrire immagini così straordinarie, prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione e magia quando si ottengono ISO 3200 e 6400.

Dato che spesso scatto in soggiorno, in cucina e nelle camerette dei bambini nelle prime ore e nelle ultime serate, la luce ambientale viene spesso fornita da fonti artificiali. Adoro le elevate prestazioni ISO della fotocamera: c’è un vero incanto quando questo sensore da 24 megapixel raggiunge i 6400 ISO.

FujiFilm X-T2, X100F e X70

Ho posseduto una Fuji X70 negli ultimi 3 anni. Avevo bisogno di una fotocamera più piccola per completare il mio più grande sistema DSLR per una vacanza che stavo pianificando. La X70 è stata perfetta, mi sono innamorata della fotocamera ed è diventata la mia borsa quotidiana.

Un paio di anni dopo FujiFilm Canada ha fatto una promozione per sensibilizzare sulle proprie macchine fotografiche e ho avuto l’opportunità di noleggiare un corpo e due obiettivi per un fine settimana gratuitamente. Dato che ho amato così tanto la X70 e ho considerato di buttarmi completamente nel sistema Fujifilm, ho colto al volo l’occasione e ho noleggiato la X-T2 e la X100F separatamente nel corso di un paio di mesi. Ho abbinato l’X-T2 con il 16mm 1.4 e il 23mm 2.0 e ho adorato i risultati.

C’è una ragione per cui il 16mm 1.4 è un obiettivo molto apprezzato da molti tiratori Fuji famosi. È una bellissima interprete, ti invita a impegnarti in alcune riprese davvero creative e ho adorato la sensazione tutta in metallo e l’ergonomia di entrambi gli obiettivi.

X100F

Ho amato la gestione delle fotocamere, in particolare l’X-T2. Il peso dell’X100F in realtà mi ha sorpreso e mi ha fatto riflettere due volte sull’utilizzo di questa fotocamera come borsa giornaliera per sostituire la mia FujiFilm X70. Ma una cosa era certa, le foto erano eccellenti. Sono stato in grado di ottenere i risultati desiderati da queste fotocamere e mi hanno liberato per lavorare per scatti più duri e più creativi.

I file erano fantastici, ma ai miei occhi non fornivano le elevate prestazioni ISO e la sensazione magica soggettiva del sensore D610.

X-T2

Il mio cuore adorava i Fujis, ma la mia mente non poteva rinunciare all’idea di perdere le immagini della D610. A volte mi chiedo davvero se sono troppo pignolo riguardo al “compromesso” della qualità dell’immagine del sistema Fujifilm.

Avere una fotocamera e obiettivi più piccoli è davvero attraente; essere in grado di avere un sistema di fotocamera con obiettivo intercambiabile portatile per portare con me più posti in cui desidero più versatilità della gamma focale rispetto a ciò che la mia Fuji X70 è in grado di offrire. Il concetto di “abbastanza buono” non mi si perde, e quando mi fermo davvero, metto in pausa e rivedo i file Fujifilm X-T2 e X100F, sembrano certamente “abbastanza buoni”.

Ma ho una preferenza soggettiva per i lievi, ma evidenti ai miei occhi, benefici del D610.

Autofocus

Anche le carenze della fotocamera, inclusi l’autofocus in condizioni di scarsa illuminazione e il numero limitato di punti di autofocus raggruppati al centro del mirino, possono essere risolti con soluzioni creative. Trovare un punto di messa a fuoco ad alto contrasto vicino a dove si desidera mettere a fuoco o afferrare l’anello di messa a fuoco per far funzionare la ripresa, e sono migliorato nella messa a fuoco manuale, che è stato molto divertente da imparare.

Utilizzo

Spesso sto cercando di catturare bambini in rapido movimento, quindi ho bisogno di usare una velocità dell’otturatore di almeno 125 e naturalmente ho bisogno di mettere a fuoco per inchiodare rapidamente, quindi la messa a fuoco manuale è un ottimo modo per provare a ottenere i miei scatti e l’autofocus ovviamente quando possibile.

È qui che mi viene la tentazione di raccogliere un mostro autofocus full frame mirrorless come una Sony a7 III. Sono stato anche tentato dalla Nikon Z6 poiché l’autofocus e le prestazioni in condizioni di scarsa luminosità sembrano abbastanza buone e un miglioramento rispetto alla D610. Ma non sono pazzo per l’idea di girare la Z6 con l’adattatore FTZ. L’ergonomia significa molto per me e, per qualche ragione, scattare obiettivi adattati sembra una soluzione tutt’altro che ideale, anche se sono sicuro che il prodotto finale sarebbe abbastanza buono. Non sono venduto sulla redditività a lungo termine della Serie Z, e penso che questo sia ciò che mi impedisce di saltare (ovviamente, e il mio budget limitato!).

Cosa riserva il futuro?

Quello che mi piace di aver girato negli ultimi 5 anni con la Nikon D610 è che la fotocamera ha resistito decentemente a causa dell’usura e dell’uso quasi quotidiano. Certo, la gomma si assottiglia e sembra usata, ma ha una certa aderenza con la mia mano e la mia presa e ora mi sembra un’estensione di me. Dovrò sostituirlo un giorno o l’altro nel prossimo anno, e sto pensando a ciò con cui lo sostituirò.

Opzioni di Nikon

Resto con Nikon e continuo a utilizzare la mia eccellente raccolta di numeri primi veloci? Sembra un’ottima opzione che mi risparmierebbe di dover comprare tutti i nuovi obiettivi. Adoro l’idea di prendere una Nikon Df usata. Adoro il sensore D4 nella fotocamera e le manopole di controllo fisico mi danno davvero l’idea che avrei trovato un partner permanente per il mio vetro Nikon F-mount. Se dovessi ritirare la Df, sarebbe con me per tutta la vita – non potrei immaginare di vendere quella macchina fotografica. Questo approccio assicurerebbe anche che sono in grado di mantenere le lenti che mi sono state donate.

Mentre ci sono volte in cui penso di vendere l’intero kit, la nostalgia e l’elemento sentimentale di mantenere queste lenti sono soddisfatte mantenendole. Posso vivere con l’autofocus della Df, e le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione che trarrebbero vantaggio dalle riprese in interni come farei sarebbero magiche. Così allettante!

Alternative

Considero anche il ritiro di una Nikon D750 usata o nuova. Adoro l’ergonomia e la presa profonda, e il corpo della D750 ha una sensazione più premium e più stretta rispetto alla D610 e sarei felice di usare questa fotocamera. Mi piace l’idea dello schermo flippy, ma senza la messa a fuoco automatica rapida e affidabile in live view non vedo l’utilità come farei con uno schermo a fogli mobili su una fotocamera mirrorless. La messa a fuoco automatica migliorata, in particolare in condizioni di scarsa illuminazione, è una grande caratteristica di vendita per me, ma i punti di messa a fuoco automatica rimangono raggruppati attorno al centro del mirino, il che mi richiederà di mettere a fuoco e ricomporre ciò che voglio evitare di dover fare, per catturare il bambini in rapido movimento che ho!

Questo lascia la Nikon Z6. Potrei adattare tutti i miei obiettivi tranne il 24mm 2.8 D, che non era troppo costoso, quindi non troppo di una perdita, ma la necessità di adattare i miei obiettivi per il futuro prevedibile non è un’idea di cui sono pazzo, nonostante guadagno dell’autofocus che otterrei, insieme alla possibilità di autofocus usando lo schermo a fogli mobili mentre guardo in basso verso la vita, cosa che mi è davvero piaciuta fare da quando mi sono abituato sul Fuji X70.

Opzioni Fujifilm

Vorrei passare a Fujifilm come la prossima opzione fotografica preferita. Adoro la mia X70 e lo stile del telemetro. Ho guardato per un po ‘di tempo il Fuji X-E3: piccolo, leggero e lo stesso sensore e processore delle ammiraglie della precedente generazione di X-T2 e X-Pro2. L’X-E3 non ha lo schermo a fogli mobili, il che è un peccato, dal momento che mi è piaciuto molto usarne uno, ma gli altri compromessi per le dimensioni lo compensano.

Vorrei una fotocamera Fujifilm che offrisse la stessa robustezza della mia D610 e potesse resistere alla prova del tempo. Non voglio un corpo macchina che mi dia problemi – nel corso del tempo ho sentito alcuni problemi di qualità di costruzione dell’X-T2, e mentre quella sarebbe una grande opzione a basso costo, mi fa pensare due volte. Aveva lo schermo a fogli mobili, quindi è una bella funzionalità e qualcosa che l’X-Pro2 non ha. Altrimenti, questo mi lascia pensare che l’X-Pro3 potrebbe essere un’ottima opzione: vedo le opzioni di duratura che forniscono una durata aggiuntiva nel tempo, che è esattamente quello che voglio, e con lo schermo a fogli mobili nascosto, la mia rugosità con le mie fotocamere e questa funzione consente di mitigare un po ‘il bashing dello schermo retro-LCD.

Scrivere i miei pensieri per la mia recensione della D610 e pensare a quello che potrebbe essere il prossimo per me, mi ha lasciato pensare alle fotocamere più di quanto preferissi fare – mi fa scattare la sensazione che “ho bisogno” di acquistare un’altra fotocamera. Non mi piace questa sensazione! Rimanere concentrato sulla D610 e l’arte della fotografia è ciò che mi dà gioia, non inseguire il più nuovo, più veloce e più bello.